L’artigianato di Impruneta e i quattro elementi sotto il Loggiato

"Quinto elemento" presenta opere di artigianato contemporaneo realizzate con legno, metalli preziosi, argilla e ferro, in un evento dedicato all'arte imprunetina. Dal 10 al 22 ottobre al Loggiato del Pellegrino.

I quattro archi del Loggiato del Pellegrino diventano atelier di artigianato contemporaneo in un evento dedicato all’arte imprunetina. Dalle 10 di oggi e fino al 22 ottobre "Quinto elemento", organizzato da Cna Chianti per la Fiera di San Luca, racconta l’aria con la lavorazione del legno, l’acqua con quella dei metalli preziosi, la terra per l’argilla e il fuoco per il ferro. Il saper creare, modellare e trasformare la materia in forma, diventa il quinto elemento.

In mostra ci sono le opere della Fornace Carbone-Wine Jars (terra), del laboratorio del legno GiakkeMikke (aria), dell’oreficeria "Gioielli dell’Impruneta" (acqua), di Giacomo Del Giudice della fonderia d’arte Del Giudice Leonardo con Sylvia Teri e Cecilia Chiavistelli.