L’Appennino cerca strategie per crescere

Terza edizione degli Stati generali della Montagna di Fratelli d’Italia in Toscana ad Abetone-Cutigliano: confronto sul futuro dell’Appennino con focus su sostegno alle imprese legate allo sci. Presenza di esponenti politici e dibattiti su paesaggio ed economia montana.

L’Appennino cerca strategie per crescere

L’Appennino cerca strategie per crescere

Dal 23 a domenica 25 febbraio, ad Abetone-Cutigliano si terrà la terza edizione degli Stati generali della Montagna di Fratelli d’Italia in Toscana. Una tre giorni dedicata alla scoperta dell’Appennino e a un confronto sul suo futuro. "Sul tavolo del Governo Meloni è centrale il futuro dell’Appennino, ne è la prova il fatto che al comprensorio sciistico di Abetone-Cutigliano arriveranno 4,2 milioni di euro di ristori. Per la prima volta un Governo nazionale ha deciso di sostenere anche le piccole e medie imprese legate al mondo dello sci" sottolinea il promotore degli Stati generali della Montagna e consigliere regionale di FdI, Diego Petrucci. L’Appennino "ha di fronte sfide importanti e l’unica via per farlo è uscire dall’impasse in cui si trova e intavolare un confronto sul territorio".

Venerdì dalle 17.30, si discuterà col ministro Daniela Santanché e il sottosegretario Patrizio La Pietra (oltre a Petrucci, al consigliere regionale FdI Alessandro Capecchi e al dirigente provinciale di FdI Andrea Tonarelli) dell’Appennino quale patrimonio paesaggistico ed economico. Sabato sempre dalle 17.30, interverranno il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Walter Rizzetto, il deputato e coordinatore regionale FdI Fabrizio Rossi, il deputato Chiara La Porta, il capogruppo FdI in consiglio regionale Francesco Torselli e il consigliere regionale FdI Vittorio Fantozzi, a una tavola rotonda sulle nuove strategie.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro