Roberto Ceravolo * Si ritorna finalmente in presenza per celebrare la Giornata nazionale del Parkinson nei circa 90 centri specializzati, che da 13 anni si danno appuntamento l’ultimo sabato di novembre (in questo 2021 domani) per offrire ai pazienti e alle loro famiglie, ma anche alla popolazione, informazioni preziose e puntuali su questa malattia....

Roberto

Ceravolo *

Si ritorna finalmente in presenza per celebrare la

Giornata nazionale del Parkinson nei circa 90 centri specializzati, che da 13 anni si danno appuntamento l’ultimo sabato di novembre (in questo 2021 domani) per offrire ai pazienti e alle loro famiglie, ma anche alla popolazione, informazioni preziose e puntuali su questa malattia. Nella nostra Regione saranno 7 i centri che aderiscono. La malattia di Parkinson è la seconda malattia neurodegenerativa più frequente dopo la malattia di Alzheimer. È caratterizzata da rallentamento motorio associato a rigidità muscolare e spesso tremore, e sebbene nella maggior parte dei casi sia ben controllabile con le molte offerte terapeutiche basate sul potenziamento della via dopaminergica, deficitaria nella malattia, può portare a gradi differenti di disabilità. La complessità dei quadri clinici, con complicazioni frequenti in molti ambiti internistici e la necessità di una rete multidisciplinare, costituiscono la ragione di percorsi specialistici dedicati. La Toscana è tra le prime regioni in Italia dove sono stati istituiti in quest’ultimo anno: una Parkinson Unit nell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi e nell’Azienda ospedaliero universitaria di Pisa un Centro clinico per le malattie neurodegenerative - Parkinson e disordini del movimento, con l’obiettivo di offrire percorsi dedicati di eccellenza. La Fondazione Limpe per il Parkinson onlus, promotrice da sempre dell’iniziativa, ha tra i suoi obiettivi quello di poter offrire l’assistenza migliore alle persone. L’hashtag della Giornata è #muoviamocinsieme perché proprio il lavoro di squadra ha fatto crescere la Giornata nazionale del Parkinson diventando oggi un punto di riferimento per pazienti e Istituzioni.

*Professore Accademia Limpe-Dismov