Edoardo Zucchetti, Vieri Raddi e Luisa Cattaneo
Edoardo Zucchetti, Vieri Raddi e Luisa Cattaneo
di Oriana Del Cuoco Aria di ripartenza per il mondo del teatro. Dopo un anno di attività praticamente bloccate, e nonostante l’emergenza sanitaria ancora in corso, il Teatro di Rifredi muove i suoi primi passi verso un’auspicabile ripresa delle normali attività dal vivo ricominciando da uno dei settori che da più di venti anni costituisce un asse portante del Centro Nazionale di Produzione Teatrale, ovvero il progetto ‘Rifredi Scuola’. Si tratta di un’iniziativa rivolta alle scuole secondarie...

di Oriana Del Cuoco

Aria di ripartenza per il mondo del teatro. Dopo un anno di attività praticamente bloccate, e nonostante l’emergenza sanitaria ancora in corso, il Teatro di Rifredi muove i suoi primi passi verso un’auspicabile ripresa delle normali attività dal vivo ricominciando da uno dei settori che da più di venti anni costituisce un asse portante del Centro Nazionale di Produzione Teatrale, ovvero il progetto ‘Rifredi Scuola’.

Si tratta di un’iniziativa rivolta alle scuole secondarie della Toscana che quest’anno, con la finalità di ricostruire un nuovo rapporto fra il mondo scolastico e l’esperienza teatrale in presenza, dà vita a ‘Banco di prova’:

un progetto, ideato e condotto da Edoardo Zucchetti, rivolto alle giovani generazioni e incentrato sul tema dei movimenti migratori con l’obiettivo di stimolare una lucida riflessione sul concetto di mobilità tanto delle idee quanto delle persone.

Il percorso – sostenuto da Fondazione Cr Firenze e patrocinato dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze – si svilupperà in più fasi attraverso azioni teatrali formative, incontri e laboratori (tra cui la scrittura, la fotografia e la drammaturgia) nell’ambiente scolastico dell’ITT Marco Polo di Firenze.

Da poco ad esempio si è conclusa la prima fase, ‘Provino: il lungo viaggio dell’umanità da Virgilio a Ghali’, realizzata tramite l’analisi di diversi testi come l’Eneide di Virgilio e Cara Italia di Ghali.

Nelle prossime settimane invece partirà la seconda fase, ‘Caro Diario’, due ore di approfondimento in aula sul concetto di migrazione globale pre e post Covid19.

Dopodiché alcuni studenti, su base volontaria, parteciperanno alla terza fase che è stata chiamata ‘La deriva dei continenti’: si tratta in sostanza di laboratori in cui i ragazzi ascolteranno le testimonianze di migranti provenienti da varie parti del mondo e con i coach Luisa Cattaneo, Vieri Raddi, Edoardo Zucchetti e il fotografo Marco Borrelli svilupperanno una performance incentrata sul tema del viaggio dell’uomo sulla terra.

Il risultato del percorso approderà poi al Teatro di Rifredi, a maggio di quest’anno, mentre il progetto ‘Banco di Prova’ terminerà nell’autunno con la produzione teatrale ‘Eneide Pro’. Inoltre tutta l’iniziativa sarà raccontata in un breve film documentario dal titolo ‘Diario di Bordo’, nel quale verrà illustrato un nuovo modo di fare teatro per e con le nuove generazioni durante gli anni della pandemia Covid19, una fase storica che inevitabilmente è destinata a segnare le coscienze di tutti per sempre.