I servizi di Alia promossi dagli utenti

Il 94,9% degli utenti si dichiara soddisfatto del servizio di raccolta rifiuti di Alia Multiutility a Firenze e province. L'indagine di Customer Satisfaction evidenzia un aumento della soddisfazione rispetto all'anno precedente. Il presidente Lorenzo Perra sottolinea l'importanza di queste valutazioni per migliorare il servizio.

I servizi di Alia promossi dagli utenti

I servizi di Alia promossi dagli utenti

Il 94,9% degli utenti è soddisfatto del servizio offerto da Alia Multiutility per la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle città. Il dato è in crescita rispetto al 90,4% registrato lo scorso anno e si distribuisce in modo omogeneo sui territori in cui opera l’azienda. In particolare, fra i titolari di utenze domestiche, soddisfazione viene espressa dal 94,9% dei cittadini in provincia di Firenze, dal 93,7% in provincia di Pistoia e dal 97% in provincia di Prato. Molto positivi anche i risultati che coinvolgono le utenze non domestiche: si dichiara soddisfatto l’85,8% dei titolari (83,9% Firenze, 88,5% Pistoia e 90,6% Prato), in crescita rispetto all’83,7% registrato un anno fa. È il quadro che emerge dall’analisi di Customer Satisfaction realizzata per Alia Multiutility dall’Istituto Piepoli che, tramite interviste telefoniche a campioni rappresentativi degli utenti Alia, ha effettuato una valutazione approfondita della percezione della qualità del servizio messo in campo nei 58 Comuni in cui opera l’azienda. Hanno partecipato all’indagine 1.550 titolari di utenze domestiche e 201 titolari di utenze non domestiche e la raccolta dei dati è avvenuta nel mese di febbraio 2024 con la tecnica Cati (Computer assisted telephone interview).

A un primo giudizio degli utenti è seguito, al termine dell’intervista telefonica, un giudizio più ragionato, sulla base dei vari aspetti toccati dal sondaggio, e anche in questo caso i risultati sono stati positivi. In particolare, fra gli utenti domestici si è dichiarato soddisfatto il 92,6% degli intervistati (92,1% nel 2023) e fra i non domestici il 90,1% (erano l’87,1% nel 2023). "Questa indagine riveste una importanza fondamentale perché ci offre una chiara visione di come i nostri sforzi e investimenti si traducano in percezioni positive da parte dei cittadini. Questo ci consente di valutare l’efficacia delle nostre strategie e di apportare eventuali miglioramenti dove necessario", dice il presidente Lorenzo Perra.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro