Tragedia in strada, Ettore Maoggi morto in moto a 23 anni. Il dolore di Compiobbi

Lo scontro con un’auto in viale Belfiore. Indagini sulla dinamica. Il ragazzo lavorava in un locale in via Gioberti, aveva giocato a calcio nella Ludus

Ettore Maoggi, 23 anni

Ettore Maoggi, 23 anni

Firenze, 15 maggio 2024 – Una manovra all’apparenza incomprensibile, e due veicoli che viaggiavano nella stessa direzione, sui viali, verso Porta al Prato, si sono scontrati.

E per il conducente di una moto da strada, non c’è stato niente da fare: incidente mortale, ieri pomeriggio, intorno alle 16.45, in viale Belfiore.

La vittima è un 23enne che risiede nel comune di Fiesole, Ettore Maoggi. L’altro automobilista coinvolto, alla guida dell’auto, una Toyota Yaris, è un 55enne. Sono in corso rilievi da parte della polizia municipale per ricostruire la particolare dinamica dell’incidente: la scena che si è presentata ai soccorritori è quella di un’auto posta di traverso rispetto al senso di marcia. La moto, una Yamaha, avrebbe impattato contro la fiancata. Nonostante il soccorso del 118, per il giovane non c’è stato niente da fare.

L’incidente è avvenuto alcuni metri dopo l’intersezione con via Guido Monaco. In quel punto, confluiscono due ali del viale, che corre verso il ponte alla Vittoria o per chi tiene la sinistra è possibile tornare in direzione della Fortezza.

La scena dell'incidente: l'auto contro cui è andata a finire la moto (New Press Photo)
La scena dell'incidente: l'auto contro cui è andata a finire la moto (New Press Photo)

Per consentire gli accertamenti di rito, la polizia municipale ha parzialmente ridotto le carreggiate dedicate al traffico, che ha avuto inevitabilmente dei rallentamenti per quanto avvenuto.

La notizia della tragedia si è diffusa immediatamente a Compiobbi, dove Maoggi abitava assieme alla sua famiglia. Lavorava in un locale in via Gioberti, e la moto era una delle sue passioni. Aveva anche giocato a calcio nella squadra del suo paese, la Ludus.

Lo sport piange la scomparsa di Ettore Maoggi, che come detto aveva giocato tanti anni nelle giovanili della Ludus 90 di Compiobbi, dove abitava. "Un ragazzo e una famiglia molto legati al paese - affermano i dirigenti della Ludus 90 Corti, Cesarini e Grazzini - con i genitori Spartaco e Silvia spesso presenti al Circolo come volontari dedicando il loro tempo libero per la Comunità. Ettore è del 2002 e aveva combattuto con la leucemia, giocando con passione nelle squadre giovanili della Ludus. Casacca che ora sta indossando il fratello Romeo che fa parte della formazione Juniores giallo verde e anche la sorella alcune volte è presente al campo sportivo. La società sportiva e Compiobbi sono scossi da questa disgrazia ed Ettore rimarrà sempre nel cuore di tutti noi. Faremo il possibile per ricordarlo e stare vicino alla famiglia. Al campo sportivo sono stati interrotti i tornei e chiuso l’impianto".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro