L'assessore regionale Stefania Saccardi
L'assessore regionale Stefania Saccardi

Firenze, 22 febbraio 2020 - Troppe chiamate, anche inappropriate, ai numeri telefonici regionali per il Coronavirus. La Regione Toscana sta pensando a un esposto alla Procura di Firenze per denunciare il fenomeno di chiamate ritenute non necessarie, ipotizzando i reati di uso improprio e interruzione di pubblico servizio. Lo ha annunciato l'assessore  alla salute Stefania Saccardi, la quale - come riporta l'agenzia Dire - ricorda che i numeri telefonici sono stati predisposti solo per chi ha avuto contatti con persone risultate positive al virus e per quanti sono rientrati dalle aree a rischio negli ultimi 14 giorni.

In base alle ordinanze ministeriale e regionale, se queste persone non chiamano commettono reato.

"Il problema è che chiamano in troppi. Anche quelli che non dovrebbero - ribadisce Saccardi - Per cui prenderemo tutti i nomi di chi chiama, e valuteremo l'eventualità  dell'esposto. Rossi ricorda che tali numeri sono riservati alle persone previste dall'ordinanza. Se queste chiamano, devono poter trovare libero. Le linee non possono essere intasate da persone che chiamano per avere semplici informazioni".  Per le semplici informazioni - aggiunge Rossi - è previsto il numero verde regionale, 800.556060, opzione 1, attivo dal lunedi' al venerdi', dalle 9 alle 15. Molti chiamano i numeri delle aziende che in queste ore risultano gia' intasati".

Questi i numeri delle tre aziende sanitarie:

Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 055 5454777.

Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050 954444.

Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 800 579579.