Nardella e De Pascale
Nardella e De Pascale

Firenze, 20 maggio 2020 - «Sì agli spostamenti dei cittadini nei Comuni confinanti della Città metropolitana di Firenze e della provincia di Ravenna». È quanto hanno chiesto il sindaco della Metrocittà di Firenze Dario Nardella e il presidente della Provincia di Ravenna Michele de Pascale in una lettera ai prefetti delle rispettive città per chiedere «ulteriori misure» di mobilità per la fase 2 dell'emergenza sanitaria.

Secondo Nardella e de Pascale (insieme ai sindaci di Faenza, Solarolo, Castelbolognese, Brisighella, Riolo Terme, Casola Valsenio, Marradi e Palazzuolo sul Senio) per venire incontro alle persone è necessario autorizzare lo spostamento dei cittadini dei comuni di Marradi e Palazzuolo sul Senio da e verso i territori dei Comuni di Faenza, Casola Valsenio, Riolo Terme, Brisighella, Solarolo e Castelbolognese. Stessa misura per i cittadini del Comune di Casola Valsenio da e verso Palazzuolo sul Senio e per quelli del Comune di Brisighella da e verso il territorio Marradi e Palazzuolo sul Senio. Nardella ha sottolineato che è «un provvedimento necessario. C'è una vita comune che non è data solo dalla stretta appartenenza amministrativa. In questo come in altri casi la geografia richiede una deroga».