Arcobaleno d’estate, su il sipario. Cin cin in terrazza a Villa Bardini

Visite gratuite alla mostra di Jodice. Evento a Vallombrosa con talk, degustazioni e concerto al tramonto

Arcobaleno d’estate, su il sipario. Cin cin in terrazza a Villa Bardini

Arcobaleno d’estate, su il sipario. Cin cin in terrazza a Villa Bardini

Anche quest’anno torna Arcobaleno d’Estate, la festa che dà il via alla stagione estiva. Il tema della dodicesima edizione è la Toscana diffusa. Dal 19 al 25 giugno saranno tanti gli appuntamenti per scoprire le bellezze toscane abbinando eventi con musica e degustazioni di prodotti tipici a visite guidate ed esperienze culturali e in natura. L’evento è promosso dalla Regione insieme a "La Nazione" con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e Vetrina Toscana e con la partecipazione delle associazioni di categoria. Sarà la terrazza panoramica della Leggenda dei Frati, ristorante dello chef Filippo Saporito all’interno di Villa Bardini, a ospitare quest’anno il brindisi di apertura. L’appuntamento, mercoledì prossimo alle 19, sarà a cura di Confcommercio Firenze-Arezzo. Per gli ospiti ci sarà la possibilità di visite guidate all’attigua Villa Bardini dove è in corso la mostra fotografica dedicata a Mimmo Jodice. Uno degli eventi clou del cartellone sarà a Reggello sabato 22 giugno. Dalle 10 alle 21 una intera giornata di spettacoli, talk, degustazioni, camminate, visite guidate e per finire un concerto al tramonto a ingresso libero al pratone di Vallombrosa. Promosso da Fièri Aps Ets con il supporto di PRG, Vallombrosa Music Festival, nasce dall’amore profondo per il territorio. Dalle 19,30 musica, ma anche parole e suggestioni per rivivere la magia del cinema e delle colonne sonore con ’Alla scoperta di Morricone’, concerto-spettacolo che l’Ensemble Symphony Orchestra diretta dal maestro Giacomo Loprieno dedica al compositore scomparso. "Vivere e lavorare in Toscana comporta molti vantaggi – sottolinea il presidente Confcommercio Firenze Aldo Cursano – e Arcobaleno costituisce un modo per tutti noi, di restituire qualcosa alla cittadinanza. Ma anche per offrire occasioni di scoperta di luoghi, storia, cultura e soprattutto buon vivere". Franco Marinoni ha ricordato come "la paternità di questa iniziativa sia da attribuire all’ex direttore Gabriele Canè che 12 anni fa propose la creazione di un evento che riflettesse lo spirito di quelle iniziative che spopolavano sulla riviera romagnola". Il calendario, in aggiornamento, è consultabile su Visittuscany.com

Rossella Conte