In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, fino al 14 gennaio la Biblioteca Riccardiana presenta la mostra “Dante e il suo tempo nelle biblioteche fiorentine”.

Tra le altre meraviglie sarà possibile ammirare “Il Dante di Boccaccio”, la perfetta riproduzione di sette disegni dell’inferno di Dante estrapolati dalla Commedia manoscritta da Giovanni Boccaccio, custodita presso la Biblioteca Riccardiana.

L’opera è stata realizzata e donata alla biblioteca da Patrimoni d’Arte, realtà d’eccellenza specializzata nel preservare pezzi unici della storia della letteratura medievale tramite fedeli riproduzioni artigianali.

Nella Biblioteca Riccardiana il percorso della mostra intende seguire Dante attraverso le sue opere. Di particolare importanza la sezione dedicata alla Commedia, che vede esposti il Ricc. 1005, parte riccardiana del famoso manoscritto Riccardiano-Braidense, uno dei manoscritti più antichi della Commedia.

Le tre biblioteche fiorentine, la Riccardiana, la Nazionale e la Medicea Laurenziana, saranno animate da un percorso congiunto, che espone un patrimonio librario rarissimo legato alla figura di Dante e promossa dalla Società Dantesca Italiana.