Firenze, 20 giugno 2015 - Dopo il video-choc realizzato da Piana Sana, comitato contrario alla nuova pista dell'aeroporto Vespucci di Peretola, arriva il bis. Il primo mostrava una simulazione di atterraggio per la maggior parte dei voli, che arriveranno da Prato e - si suppone - gravi ripercussioni sulla città laniera. Adesso arriva un altro video: già, perché se la nuova pista porterà il traffico aereo a decollare e atterrare per la maggior parte sulle teste dei pratesi, anche i fiorentini non saranno esenti da sorvoli. Anzi.

Secondo Piana Sana, la nuova pista di 2.400 metri porterà a "impegnare" nel 19% dei casi circa anche il cielo fiorentino, a causa delle condizioni meteo e di altri imprevisti possibili. Un volo su cinque riguarderà Firenze, secondo questa stima. "Questo risulta - spiega Piana Sana - da un rapporto approvato ufficialmente dall’amministrazione regionale Toscana, che riporta dati dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac), forniti all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpat), dalla società Aeroporto di Firenze (AdF). Una tabella riporta dettagliatamente i movimenti al giorno previsti in direzione di Firenze. Si tratta di circa 12 decolli e 14 atterraggi, cioè in media un passaggio ogni tre quarti d’ora, dalle sei a mezzanotte, tutti i giorni. E’ come dire che per due mesi e una settimana l’anno il nuovo aeroporto opererà verso la direzione sud-est, con in media un volo ogni otto minuti su numerosi quartieri residenziali di Firenze. Ipotizzando una traiettoria di atterraggio standard, gli aerei si allineeranno alla pista più o meno sopra Rignano sull’Arno, a una ventina di chilometri di distanza e a un’altezza di poco più di 1.000 metri. Poi scenderanno di circa 50 metri a chilometro, sui quartieri Campo di Marte e Rifredi. Il video mostra il punto di vista di un pilota, evidenziando paesi, scuole, asili e l’altezza da terra degli aerei. Rinnoviamo l'invito a firmare e diffondere la nostra petizione: vogliamo uno studio serio e indipendente sul progetto del nuovo aeroporto di Firenze".