Una giovane aspetta il treno alla stazione
Una giovane aspetta il treno alla stazione
Sarà trovata una soluzione per permettere al giovane studente di Montanino di andare a scuola da solo: potrà prendere il bus fino a Figline e da lì salire in tempo sul treno per raggiungere la prima classe di un istituto superiore di Firenze nord in tempo con il suono della prima campanella. Anche per il ritorno troverà i mezzi agli orari giusti per rientrare a casa in tempi brevi. La mamma Barbara aveva segnalato la difficoltà causata da orari e coincidenze bus-treno non adatte agli orari di entrata e uscita a scuola del suo ragazzo, che appunto ha scelto una scuola...

Sarà trovata una soluzione per permettere al giovane studente di Montanino di andare a scuola da solo: potrà prendere il bus fino a Figline e da lì salire in tempo sul treno per raggiungere la prima classe di un istituto superiore di Firenze nord in tempo con il suono della prima campanella. Anche per il ritorno troverà i mezzi agli orari giusti per rientrare a casa in tempi brevi. La mamma Barbara aveva segnalato la difficoltà causata da orari e coincidenze bus-treno non adatte agli orari di entrata e uscita a scuola del suo ragazzo, che appunto ha scelto una scuola dall’altra parte di Firenze rispetto alla frazione reggellese. La Città metropolitana le ha risposto cercando una soluzione adatta al giovane e a chi ha i suoi stessi orari. "Come in tutti i casi di segnalazioni o richieste sui servizi TPL – dicono dalla Metrocittà – i nostri uffici si erano già attivati per valutare di concerto con le aziende l’anticipo della corsa delle 6,55 di almeno 10 minuti in modo da permettere l’interscambio con il treno delle 7,17 a Figline", cosa che con il normale bus programmato dopo le 7 non sarebbe stato possibile fare.

"La modifica sarà attivata in via sperimentale al fine di verificare se può creare difficoltà all’altra utenza" dicono. Per il rientro, mamma Barbara lamentava l’assenza di un mezzo pubblico tra Figline e Reggello dalle 14,25 alle 18, rischiando così di lasciare per strada per ore il ragazzo nei giorni in cui la scuola finisce alle 14 e quindi non riuscirebbe a tornare in Valdarno per tempo. "Sarà attivato un prolungamento di una corsa da Figline verso Montanino con mezzi già in servizio nella zona" annuncia la Metrocittà.

Inoltre la frazione godrà di miglioramenti nel servizio di trasporto con l’avvio del nuovo gestore a partire dal primo novembre. "Il Comune di Reggello è tra quelli che ha un servizio di trasporto pubblico più esteso e tra i più capillari del territorio fiorentino – specificano ancora dalla Città Metropolitana–, a fronte di un’articolazione delle frazioni molto capillare e quindi non semplice da servire in modo puntuale e completo. Gli orari di passaggio dei servizi dalla frazione di Montanino sono in generale compatibili con gli orari scolastici in modo da permettere agli studenti, come è stato possibile negli ultimi anni, di raggiungere gli istituti scolastici di Figline, Pontassieve, San Giovanni, Montevarchi e Firenze". Il sindaco reggente di Reggello Piero Giunti conferma: "Siamo tra i Comuni che hanno maggiormente investito e stanno investendo sul trasporto pubblico, amministrazione pilota per il lotto debole nell’area metropolitana, in piena e costante collaborazione con la Metrocittà e con servizi specifici come il prenota-bus". Anche per Giunti, ci saranno aggiustamenti dall’entrata in servizio del nuovo gestore "col quale contiamo di incontrarci per intervenire insieme nel risolvere le criticità". Manuela Plastina