Firenze, Michelangelo Pistoletto presenta il libro ‘La Formula della Creazione’

Il 3 maggio alle Oblate nell’ambito di ‘Identities, Leggere il contemporaneo’

Michelangelo Pistoletto presenta il libro ‘La Formula della Creazione’ alle Oblate

Michelangelo Pistoletto presenta il libro ‘La Formula della Creazione’ alle Oblate

Firenze, 1 maggio 2024 – Il 3 maggio alle ore 18,30 alla Biblioteca delle Oblate, nella sala storica Dino Campana, sarà presentato il libro ‘La Formula della Creazione’ di Michelangelo Pistoletto. Il libro ripercorre, passo dopo passo, il cammino che l’essere umano ha attraversato creando la religione, la politica, la scienza e le culture della società grazie al fermento germinale dell’arte. Una ricostruzione affascinante che offre, al contempo, uno strumento per comprendere e affrontare il passaggio epocale che l’umanità sta vivendo, fagocitata dalla generale crisi dei sistemi che essa stessa ha creato. Con la Formula della Creazione, Michelangelo Pistoletto ci offre l’opportunità di riconsiderare i cardini della nostra esistenza e ci chiama a una nuova responsabilità verso noi stessi, verso l’altro, verso la natura di cui facciamo parte. La regola universale, identificata nella Formula della Creazione, offre attraverso il percorso del libro una indicazione alla quale fare riferimento in ogni momento della vita quotidiana: un ausilio e uno stimolo per divenire consapevolmente coautori di una nuova società. Michelangelo Pistoletto dialoga con Fabio Martini del Museo e Istituto fiorentino di Preistoria, Stefano Pezzato del Centro Pecci di Prato. Sonorizzazioni a cura di: Francesco Gherardi polistrumentista e Gianmarco Scaglia al contrabbasso. L’Associazione culturale La Nottola di Minerva – con il patrocinio del Comune di Firenze e del Dipartimento Sagas dell’Università di Firenze, con il contributo della Fondazione CR Firenze – in collaborazione con il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria, la Biblioteca delle Oblate, Sellerio editore e Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, organizza questa presentazione nell’ambito di ‘Identities. Leggere il contemporaneo’, giunta alla VII edizione, e nell’ambito della rassegna nazionale Il maggio dei libri. Michelangelo Pistoletto nasce a Biella nel 1933. Inizia a esporre nel 1955 e nel 1960 tiene la sua prima personale alla Galleria Galatea di Torino. La sua produzione pittorica è inizialmente caratterizzata da una ricerca sull’autoritratto. Nel biennio 1961-1962 approda alla realizzazione dei Quadri specchianti, che includono direttamente nell’opera la presenza dello spettatore, la dimensione reale del tempo e riaprono inoltre la prospettiva, rovesciando quella rinascimentale chiusa dalle avanguardie del XX secolo. Con questi lavori Pistoletto consegue in breve riconoscimento e successo internazionali, che lo portano a realizzare, già nel corso degli anni Sessanta, mostre personali in prestigiose gallerie e musei in Europa e negli Stati Uniti. I Quadri specchianti costituiranno la base della sua successiva produzione artistica e riflessione teorica. Nel 2017 viene pubblicato il suo testo Ominiteismo e Demopraxia. Manifesto per una rigenerazione della società. Nel 2021 viene inaugurato a Cittadellarte l’Universario, spazio espositivo in cui l’artista presenta le sue più recenti ricerche, e nel dicembre del 2022 è pubblicato il suo ultimo libro, La formula della creazione, in cui ripercorre i passi fondamentali e l’evoluzione del suo intero percorso artistico e della sua riflessione teorica.