Maurizio Costanzo
Firenze

Santa Lucia, la festa della luce. Ma il 13 dicembre non è il giorno più corto

La storia della martire cristiana protettrice della vista, le tradizioni nel mondo, gli appuntamenti in Toscana e lo spettacolo in cielo delle Geminidi, paragonabile solo a quello delle stelle cadenti di San Lorenzo

Santa Lucia

Santa Lucia

Firenze, 13 dicembre 2023 - Il 13 dicembre è Santa Lucia, festività legata alla martire cristiana morta decapitata il 13 dicembre del 304 sotto l'imperatore Diocleziano. In molti Paesi del nord Italia e del nord Europa è una festa che equivale o addirittura supera il Natale. È detta la festa della ‘luce’ perché Lucia deriva dal latino 'Lux' che significa luce. Dal XV secolo in poi la devozione popolare invoca Santa Lucia come protettrice della vista, per questo viene raffigurata con gli occhi sul piatto. La storia della santa. Nata a Siracusa tra il 280 e il 290 d.C. da una ricca famiglia, Lucia è orfana di padre e da giovane viene promessa in matrimonio ad un patrizio. La madre di Lucia è gravemente ammalata, e nonostante le costose cure, non riesce a guarire. Lucia e sua madre Eutichia sono molto credenti e durante un pellegrinaggio al sepolcro di San’Agata, la invocano in preghiera affinchè aiuti la donna a sconfiggere la malattia. Mentre Lucia è assorta ha una visione: Sant’Agata le appare dicendole che può aiutare la madre a guarire e le preannuncia che un giorno sarà la Patrona della città di Siracusa. Al ritorno dal pellegrinaggio Eutichia guarisce, e Lucia decide di dedicare al sua vita al Signore. Comincia così a distribuire le ricchezze che possiede ai poveri e ai bisognosi che incontra. Il suo promesso sposo, indispettito per il rifiuto, la denuncia come appartenente alla religione cristiana. L’imperatore Diocleziano intanto emana i decreti che autorizzano la persecuzione dei cristiani. Santa Lucia viene quindi catturata e processata. Davanti ai suoi accusatori sostiene fieramente di essere cristiana. Il proconsole minaccia la donna, ma Lucia gli tiene testa senza alcun cedimento. La donna è così decisa che riesce a mettere in difficoltà l’Arconte di Siracusa Pascasio. Viene sottoposta a tortura ma esce indenne da ogni ferita, riesce a sopravvivere anche alle fiamme. Quindi viene decapitata.

Contrariamente a quanto si crede, non è quello di Santa Lucia il giorno più corto dell’anno: questa giornata così breve coincide infatti con il solstizio d'inverno, che quest’anno cade il 22 dicembre, quando il Sole sorgerà alle ore 7,37 e tramonterà alle 16,44. Gli astronomi consigliano di puntare gli occhi all’insù, perché il cielo darà spettacolo: fra il 13 e il 14 dicembre saranno visibili le meteore delle Geminidi, uno sciame "comparabile per quantità e brillantezza delle stelle cadenti a quella delle Perseidi di agosto Le celebrazioni in Italia e nel mondo. A Siracusa, dove Santa Lucia è patrona, la sera del 12 dicembre si svolge il Festival Nazionale delle Luci e del Rinnovamento. Il giorno della festa, la sua statua in argento con le sue reliquie esce dal Duomo per sfilale per le strade. I siciliani, nel ricordare quando, secondo una antica leggenda, una terribile carestia si concluse proprio il 13 dicembre, quando entrarono nel porto navi piene di grano, per tradizione mangiano cereali integrali al posto del pane. Secondo la leggenda, Santa Lucia portava cibo ai cristiani che si nascondevano nelle catacombe di Siracusa, e per illuminare la strada, lasciandosi le mani libere per portare gli aiuti, usava una corona di candele. È per questo che nei Paesi scandinavi le ragazze vestite come la martire portano biscotti e panini allo zafferano in processione. Indossano un abito bianco simbolo della purezza, con una fascia rossa che simboleggia il sangue versato da Lucia nel martirio. In Croazia e Ungheria si piantano chicchi di grano che saranno già alti per il giorno di Natale a rappresentare la Natività. Diversi gli appuntamenti in Toscana. Le celebrazioni di Santa Lucia aprono ogni anno il Natale senese.

L’appuntamento, dalle 8 alle 20, è con la tradizionale “Fiera di Santa Lucia” nel Pian dei Mantellini, dove oltre ai prodotti tipici, ai dolciumi, ai giochi, agli articoli in ceramica, legno e vetro dell’artigianato senese e alle immancabili campanine in terracotta coi colori delle Contrade, dà spazio alle associazioni di volontariato. La Festa nasce nel 1852: si teneva in piazza Santa Lucia, vicino alla Chiesa del Carmine e, negli ultimi anni, si è estesa lungo Pian dei Mantellini. La giornata è una vero e proprio evento per tutti, adulti e bambini, che potranno godersi uno dei momenti dell’anno più attesi con ’L’Albero del Medioevo’. L’appuntamento è alle ore 11 nel Cortile di Palazzo Pubblico a ingresso libero. Quanto alle celebrazioni liturgiche, avranno luogo nella chiesa dei Santi Niccolò e Lucia, a cura dell’omonima Confraternita, e saranno officiate dai sacerdoti della città. Durante la giornata sarà possibile ricevere la tradizionale benedizione agli occhi.

Proprio perché Santa Lucia è la festa della ‘luce’, a Firenze, alle 18.30, nella piazzetta via Arcipressi via di Scandicci davanti al fioraio ci sarà l’accensione dell’abete di Natale, con brindisi con i cittadini. E non mancherà la musica, col duo chitarra e voce che eseguirà un repertorio natalizio. Alle ore 16, al parco di Villa Strozzi, la serata sarà animata dai canti natalizi con Scuola primaria parificata di Monticelli. Nella giornata del 13 dicembre dedicata alla protettrice della vista e invocata contro tutte le malattie degli occhi, all’ospedale San Luca di Lucca si svolgeranno alcune iniziative. A partire dalle 9 è infatti in programma la tradizionale funzione religiosa per gli ammalati, i loro parenti e il personale. Seguirà, alle ore 10 nella hall del San Luca, il concerto della banda musicale della brigata paracadutisti Folgore. Come consuetudine la ricorrenza sarà inoltre l’occasione per stilare un bilancio dell’attività svolta dalla struttura di oculistica.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro