Alberto Bettiol
Alberto Bettiol

Firenze, 10 aprile 2019 - Un'importante onorificenza dall'Assemblea regionale della Toscana per il vincitore del Giro delle Fiandre. Verrà consegnato il Gonfalone d'Argento a Alberto Bettiol: è l'impegno che si assume il Consiglio regionale con l'approvazione di una mozione di iniziativa Pd, prima firmataria Ilaria Giovannetti e sostenuta in aula da Enrico Sostegni.

Il Gonfalone d'Argento secondo la normativa viene assegnato ''a persone fisiche italiane o straniere i cui riconosciuti meriti nel campo della scienza, della cultura delle arti, del lavoro, della politica, dello sport, delle relazioni internazionali siano emersi in occasione di particolari eventi verificatisi nel corso dell'anno''. ''La Toscana ha da sempre manifestato un profondo legame con uno degli sport più praticati e seguiti, come il ciclismo: la prima teorizzazione della bicicletta risale a Leonardo da Vinci alla fine del 1400, mentre, dopo la nascita in Francia nel 1869 della prima società ciclistica, è in Toscana che nel 1870 viene organizzata la prima importante gara su strada svoltasi in Italia, ossia la Firenze-Pistoia - spiega Ilaria Giovannetti -. E' nelle strade toscane che si sono affermati ciclisti di grandissimo spessore umano ed atletico tra i quali Gino Bartali, Gastone Nencini, Fiorenzo Magni, Franco Bitossi, Franco Ballerini, Mario Cipollini, Michele Bartoli e Andrea Tafi oltre ad uno dei commissari tecnici più vincenti a livello internazionale, Alfredo Martini". 

L'atto ricostruisce il profondo legame che da sempre la Toscana ha manifestato con il ciclismo (la prima importante gara su strada che si svolse in Italia è la Firenze-Pistoia, nel 1870). L'affermarsi di ciclisti di grandissimo spessore umano e atletico si accompagna ai successi internazionali del ciclismo italiano tra i quali spiccano i risultati della Toscana, che infatti nel 2013 si è vista assegnare l'organizzazione dell'ottantaduesima edizione dei Mondiali di ciclismo. Come osservato dal consigliere Enrico Sostegni, il Gonfalone d'Argento ad Alberto Bettiol vuole essere un riconoscimento a lui e a tutto il ciclismo toscano, che è uno sport sano e radicato. Proprio in una delle 'nostre' società, la Società Ciclistica Castelfiorentino, Bettiol ha iniziato la sua attività sportiva. Il movimento ciclistico in Toscana, si fa notare nella mozione, può contare su oltre 23mila praticanti a vari livelli, mentre nel 2017 sono state 290 le società ciclistiche toscane affiliate alla Federazione Ciclistica italiana.