MAURIZIO COSTANZO
Empoli

Empoli, Festa della Repubblica: ai nuovi cittadini una copia della Costituzione

La cerimonia si è tenuta al Cenacolo degli Agostiniani. I nuovi e le nuove empolesi sono 199

Empoli, Festa della Repubblica: ai nuovi cittadini una copia della Costituzione

Empoli, Festa della Repubblica: ai nuovi cittadini una copia della Costituzione

Empoli, 2 giugno 2024 - Nella mattinata di oggi, domenica 2 giugno, la città di Empoli ha celebrato la Festa della Repubblica Italiana. La cerimonia si è tenuta alla presenza della sindaca, di rappresentanti del consiglio comunale e della giunta, delle istituzioni civili e militari e della cittadinanza, nel Cenacolo degli Agostiniani di via dei Neri. Nel corso dell'iniziativa, molto partecipata, è stata consegnata una copia della Costituzione a tutte le cittadine e a tutti i cittadini che, dal primo maggio 2023 al 3 maggio 2024, hanno acquisito la cittadinanza italiana: una consegna che simbolicamente ha voluto rappresentare il benvenuto a ognuno e ognuna di loro nella comunità italiana ed empolese.

Un'occasione per riscoprire il testo fondante della Repubblica, i suoi principi fondamentali e i valori alla base della nostra società. Come ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “La Carta costituzionale ha generato la nostra Repubblica democratica, ha fatto crescere l'Italia e il suo prestigio nel mondo. È una conquista e va conosciuta, amata, difesa, vissuta, ogni giorno per accogliere nuovi bisogni, per tutelare chi si trova ai margini, per avere cura dei più fragili, per affrontare le nuove sfide di convivenza e di pace. In una parola: per vivere insieme; condizione cui siamo chiamati”.

La Costituzione parla un linguaggio universale e continua ad essere un faro per un’Italia più giusta e più equa. Un testo che i padri costituenti scrissero guardando al futuro, che tutela diritti e riconosce doveri, in un costante e reciproco dialogo fra cittadini e Stato, stabilendo un patto di reciproca mutualità, con l’obiettivo primario di non lasciare nessuno indietro. La sindaca di Empoli, al cui intervento è seguito quello del presidente del Consiglio comunale di Empoli, ha ribadito la centralità di valori come la solidarietà, l'uguaglianza, la democrazia e la giustizia, ricordando il significato profondo e i principi della Carta costituzionale, legge fondamentale dello Stato italiano.

In totale i nuovi cittadini empolesi sono 199, dei quali 107 femmine e 92 maschi. Per quanto riguarda le nazionalità di origine di queste persone, la più numerosa è quella albanese (56), seguono quella marocchina (35), nigeriana (16), romena (14), cinese (13), filippina (10), somala (6), georgiana, senegalese e ucraina (5), bangladeshi, egiziana e moldava (4), indiana, peruviana e serba (3), ivoriana (2), australiana, brasiliana, britannica, bulgara, colombiana, polacca, russa, singalese, togolese, tunisina e venezuelana (1).