Un portale va in aiuto di canili e gattili strapieni

Vale la pena ricordare le multe severe per chi ’dimentica’ il proprio pet

Un portale va in aiuto  di canili e gattili strapieni
Un portale va in aiuto di canili e gattili strapieni

Cherie è una tenera gattina tutta nera di appena 50 giorni, trovata da sola che vagava per strada. Giotto una famiglia ce l’aveva, ma ha deciso si trasferirsi e facendo i bagagli si è ’dimenticata’ di lui lasciandolo in giardino.

E poi ci sono Chiquita, Morgana e Merlino. Cani e gatti di ogni età e provenienza la cui storia è affidata ad una scheda descrittiva di presentazione che ha lo scopo di conquistare un cuore generoso. Dal Nord al Sud Italia passando per la provincia fiorentina. Da una parte animali pronti a lasciare il box, dall’altra famiglie in cerca di un peloso da adottare. Tra le novità dell’estate 2023, c’è la nascita del portale "QuattroZampeinFamiglia", un progetto di interesse nazionale, strumento utile anche per le famiglie empolesi in cerca di un cucciolo (ma non solo) a cui regalare una seconda opportunità. Uno spazio virtuale dedicato alle strutture di accoglienza del territorio che vorranno aderire e presentare agli utenti i propri animali. Un sito, insomma, dove la domanda incrocia l’offerta. Obiettivo infatti è ridurre al minimo la presenza di ospiti nei rifugi che specialmente d’estate sono al collasso, promuovendo le adozioni responsabili e creando una rete virtuosa che faccia cultura sul tema abbandoni. Il motore di ricerca offre visibilità gratuita a rifugi, gattili e canili. I potenziali adottanti possono individuare con rapidità ed efficacia il quattro zampe che più risponde alle proprie esigenze e stile di vita, grazie a pratici filtri di ricerca. Un’arma in più per contrastare il fenomeno dell’abbandono, "reato punibile non solo a livello morale ma anche penale – ricorda Loredana Verga, founder del portale – Si rischia l’arresto fino ad un anno e ammende che vanno da mille a 10mila euro’".

Y.C.