La vetrina del negozio di via Roma sfondata dai ladri
La vetrina del negozio di via Roma sfondata dai ladri

Empoli, 8 novembre 2018 - Un malvivente individuato appena a poche ore dall’ennesimo colpo in un negozio di via Roma a Empoli e un anziano di 97 anni che torna a casa e trova due uomini che armeggiano alla porta di casa sua per entrare; l’anziano non ha paura e riesce a metterli in fuga. Sono le ultime due puntate della piaga dei furti e della microcriminalità che sta devastando il territorio. Il primo caso è accaduto intorno alle 4 del mattino, quando i ladri hanno spaccato la vetrata della porta d’ingresso dell’attività empolese, si sono introdotti all’interno e hanno rubato circa trecento euro dalla cassa, per poi dileguarsi, convinti di averla fatta franca.

Invece così non è stato, per lo meno per uno di loro. J.E., 31 anni, origini georgiane, è finito nei guai, incastrato dagli agenti dell’anticrimine del commissariato di Empoli. Il giovane è stato denunciato per furto aggravato in concorso con altro soggetto ancora ricercato, e nei suoi confronti sono state attivate anche le procedure per l’espulsione visto che era in Italia da clandestino. J.E., che al momento dell’individuazione non aveva con sé cose riconducibili al furto, è ritenuto uno degli autori del furto messo a segno durante la scorsa notte, quella tra martedì e mercoledì, in un negozio di abbigliamento in via Roma. J.E., già denunciato per fatti analoghi in passato, è stato individuato grazie a un’analisi di vari sistemi di videosorveglianza presenti nella zona dove è avvenuto il raid: gli occhi elettronici sono stati poi ‘supportati’ anche dalle testimonianze raccolte subito dopo il fatto, che ha richiamato sul posto anche la vigilanza privata de Il Globo.

Una strada, via Roma, già sabato sera teatro di una spaccata ai danni del negozio Celeber, all’angolo con via del Papa, dal quale sono spariti accessori di piccola pelletteria fermata. Nelle stesse ore, la proprietaria di un’auto lasciata in sosta in via Roma si era trovata a dover fare i conti con il parabrezza sfondato da chissà chi.

Gravi episodi capaci di minare il senso di sicurezza di commercianti e residenti. E nessuno pare essere immune dalle incursioni dei ladri. Lo sanno bene anche a Montelupo Fiorentino dove, martedì sera, un paio di famiglie si sono trovate a tu per tu con il passaggio dei ladri. E’ successo in via Fattori a Fibbiana e poco dopo in via Maremmana: finestra forzata, stanze a soqquadro, cassetti e armadi rovistati. Una scena di devastazione straziante come la stima degli ammanchi: tre orologi d’oro nella seconda casa, ricordi di momenti e persone importanti. Le vittime si sono rese conto dell’accaduto alle 19.30, ora in cui hanno chiamato i carabinieri. E circa un’ora dopo, nella vicina via Citerna, è diventato protagonista un nonnino coraggioso di 97 anni che i ladri se li è visti proprio davanti mentre tentavano di forzare la porta di casa sua. Ha alzato la voce, si è fatto vedere e ha così costretto a scappare i due malviventi, forse gli stessi che avevano agito prima, sempre a Montelupo.