Scoperto un caso di febbre Dengue. Maxi-operazione di disinfestazione

La persona è risultata infetta al rientro da un viaggio all’estero. L’Asl: "Sta bene, situazione sotto controllo"

Scoperto un caso di febbre Dengue. Maxi-operazione di disinfestazione

Scoperto un caso di febbre Dengue. Maxi-operazione di disinfestazione

La febbre Dengue è arrivata anche in Valdelsa, segnatamente a Certaldo. La persona risultata positiva – e prontamente segnalata all’Asl – avrebbe contratto il virus al ritorno a casa da un soggiorno all’estero. "Il soggetto in questione – fa sapere l’Azienda sanitaria in una nota – vive sul territorio comunale, in una zona di campagna e con poche abitazioni". Un dato, quest’ultimo, che dovrebbe suonare come rassicurante sul fronte del rischio contagio. Il personale dell’Igiene pubblica di Empoli, diretta dal dottor Dimitri Fattore, ha avviato già nel tardo pomeriggio di ieri tutte le indagini del caso organizzando il sopralluogo per effettuare "opportune verifiche". Sopralluogo, tra l’altro, finalizzato a richiedere al sindaco l’emanazione di un’ordinanza contingibile e urgente al fine di disporre l’esecuzione di una disinfestazione nella località di residenza dello stesso, per un raggio di circa cento-duecento metri.

E la risposta di Giovanni Campatelli non si è fatta attendere, con la firma arrivata a stretto giro. "Voglio rassicurare la cittadinanza – ha detto il primo cittadino –. La decisione di firmare l’ordinanza è a puro titolo preventivo e precauzionale. Non ci sono pericoli o rischi di contagio, ma agiremo seguendo la prassi prevista in questi casi".

La disinfestazione sarà effettuata entro oggi e riguarderà appunto l’area strettamente interessata. Ma intanto arrivano le prime buone notizie. "La persona che ha contratto la malattia sta bene e si trova nella propria abitazione – lascia trapelare l’Asl –. L’arbovirosi da Dengue è una malattia di tipo simil-influenzale causata da un virus presente in Paesi tropicali e subtropicali. Si trasmette attraverso la puntura di alcuni tipi di zanzare e non esiste trasmissione diretta da persona a persona". Anche per il caso segnalato, quindi, non esiste alcun rischio di trasmissione. "Tuttavia poiché tra le zanzare che possono trasmettere la malattia c’è anche la zanzara tigre Aedes Albopictus che da alcuni anni è largamente diffusa nel nostro territorio – aggiunge l’Asl –, il Comune di Certaldo, a tutela della salute pubblica e per estrema precauzione, si è attivato come detto per organizzare i trattamenti di disinfestazione". L’obiettivo è abbattere la densità delle zanzare nei luoghi vicini alla casa. Nessuna connessione, infine, con i casi emersi in Emilia Romagna.