L'insegnante-robot in cattedra
L'insegnante-robot in cattedra

Cerreto Guidi, 18 giugno 2019 - Alla scoperta del mondo dei robot, in alcuni casi anche validi alleati dello studio. E’ l’esperienza vissuta dagli studenti dell’istituto comprensivo di Cerreto Guidi che, per la prima volta quest’anno, ha introdotto la robotica nelle scuole dell’infanzia, primarie e nella secondaria di primo grado. Un passaggio a dir poco innovativo e coraggioso per chi ha a che fare, da anni, con la didattica ‘tradizionale’.

«E’ stato possibile realizzare il progetto – spiega la dirigente Gabriella Menichetti – grazie al contributo volontario concesso a inizio anno dalle famiglie, che ha permesso all’istituto di dotarsi di robot Bee Bot e M Bot». Un gioco di squadra che ha dato i suoi frutti. Fra le esperienze più innovative e interessanti da segnalare «i laboratori con le api Bee Bot, un robot pensato per la robotica educativa per i più piccoli, tenuti dalle insegnanti Angela Bilantuono e Anna Marconetti, che hanno coinvolto anche i genitori degli alunni della scuola dell’infanzia di Stabbia». Un’altra esperienza molto particolare sempre in tema di innovazione e formazione scolastica «ha interessato la terza della scuola primaria di Cerreto Guidi: hanno partecipato a una lezione di coding e a una di robotica all’Itis di Empoli».

I bambini, con le insegnanti, sono stati accolti dagli studenti di una classe seconda dell’istituto superiore. Nella prima ora è stato illustrato Scratch, mentre nella seconda il programma che gestisce gli Mbot, un modello di robot educativi. «Per ogni coppia di piccoli studenti – spiega ancora Menichetti – è stato previsto un tutor che ha stimolato, seguito e coadiuvato i loro primi passi nel mondo del coding e della robotica. I bambini hanno poi usato Scratch e la programmazione a blocchi e hanno interagito con i simpatici robot blu».

Nel frattempo due degli studenti, insieme ai professori Giuseppe D’Agostino e Serena Sguerri, mostravano alla lavagna interattiva multimediale i vari passaggi e le caratteristiche dei programmi. Materia di grande interesse che ha permesso tra l’altro agli studenti della scuola media di raggiungere ottimi risultati e di approfondire esperienze di grande fascino e risultati eccellenti: alcune classi terze hanno lavorato con gli M Bot e la terza D ha partecipato all’Italian Scratch Festival con un proprio progetto, classificandosi prima nella finale di Torino. Un percorso importante nel segno della robotica che sarà illustrato giovedì alle 21 in piazza Desideri a Cerreto Guidi, su invito rivolto alla scuola dal sindaco, Simona Rossetti.