Polizia municipale. La Lega all’attacco: "Dismettiamo l’Unione. Più vantaggi per tutti"

Il capogruppo Eliseo Palazzo sostiene la protesta dei vigili urbani "Attendo ancora risposta alla domanda di attualità sulle spese locali". Intanto è in corso di svolgimento il concorso per i nuovi agenti .

EMPOLESE VALDELSA

La Lega all’Unione dei Comuni sostiene la protesta delle sigle Cse Flpl e Uil Fpl della polizia municipale che la settimana scorsa avevano annunciato un nuovo stato di agitazione, poi sospeso dopo l’incontro in prefettura e in attesa di una calendarizzazione degli incontri con la parte amministrativa dell’ente di piazza della Vittoria. "Quello che sta accadendo da anni alla polizia municipale è inammissibile – esordisce Eliseo Palazzo, capogruppo per la Lega all’Unione dei Comuni – Non sono nuove le voci di mancati pagamenti di salario accessorio e straordinari o di contestazioni a causa di un evidente sottodimensionamento in termini di personale. Nei mesi scorsi – ricorda Palazzo – ho presentato una domanda di attualità relativamente alle assunzioni e alle spese per i locali destinati agli uffici della municipale. Non sono arrivate risposte, sono ancora in attesa di un riscontro". Il capogruppo dela Lega torna sul tema delle nuove assunzioni. "Sono anni che come Lega chiediamo nuove assunzioni, adesso dopo numerosi no e tentativi di sminuire un problema evidente, fortunatamente è in corso una procedura per assumere del personale che accrescerebbe il presidio sul territorio, ma soprattutto darebbe man forte al risicato numero di agenti. Come Lega Empolese Valdelsa esprimiamo vicinanza nei confronti del corpo di polizia e attendiamo anche che venga discussa la modifica del regolamento per gli armamenti, affinchè si possa dotare del taser anche la municipale".

Infine una riflessione sull’Unione dei Comuni. " L’unica certezza è che l’Unione dei Comuni non funziona. Dismetterla e tornare alla precedente gestione potrebbe essere un vantaggio per tutti e ci auguriamo che questo momento possa avvenire".