Il via al cantiere sulla strada 436. Un’arteria più sicura e transitabile: "Sarà un collegamento strategico"

Il presidente Giani e l’assessore regionale Baccelli inaugurano i lavori che miglioreranno la viabilità "Investimento da oltre due milioni per un intervento che tiene conto delle esigenze della comunità".

Il via al cantiere sulla strada 436. Un’arteria più sicura e transitabile: "Sarà un collegamento strategico"

Il presidente Eugenio Giani ha aperto il cantiere per la 436 (Gasperini/Germogli)

"Questo intervento si inserisce in un progetto più ampio e complessivo che la Regione Toscana sta sostenendo per collegare in senso verticale la nostra regione". Sono le parole del presidente Eugenio Giani che ieri ha dato il via ai lavori per l’allargamento della strada regionale 436 e la realizzazione di una nuova pista ciclabile nel tratto compreso tra San Pierino e San Miniato Basso.

Il cantiere è stato aperto da Giani insieme all’assessore alle infrastrutture Stefano Baccelli. Presenti anche il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli, il sindaco di San Miniato Simone Giglioli, e i tecnici della Regione e dei Comuni che si sono occupati del progetto. "Oggi abbiamo collegamenti orizzontali dal mare al centro con la Fi-Pi-Li, l’autostrada Firenze Mare che va in Versilia – ha precisato Giani – ma abbiamo una difficoltà nei collegamenti che vengono a esempio dalla Valdinievole e quindi da Montecatini fino a Siena, per questo abbiamo potenziato i percorsi della 429 nel tratto da Siena, Poggibonsi verso la Valdelsa, e dall’altro la 436 dove siamo oggi che lungo la Valdinievole va verso Montecatini, Pescia". E poi ancora: "Questo della 436 è il primo degli interventi di potenziamento in verticale della Toscana, a cui ne seguiranno altri. Oggi sono molto contento: partiamo con un cantiere atteso che migliorerà la circolazione adeguando la strada regionale, ne migliorerà la sicurezza e realizzerà una pista ciclabile". I lavori sono divisi in due stralci per un importo complessivo di 2 milioni e 150mila euro di cui 2 milioni e 100mila euro di finanziamenti regionali e 50mila euro euro da parte del Comune di Fucecchio. L’assessore Baccelli ha sottolineato l’importanza e la consistenza dell’investimento regionale "oltre 2milioni di euro – ha spiegato Baccelli - con il Comune che sarà stazione appaltante. Un gioco di squadra che si sottolinea nello stesso progetto: da una parte ci sarà l’adeguamento della strada regionale, dall’altro la realizzazione di una pista ciclo pedonale e un accesso più agevole al cimitero". La soddisfazione è tanta. "Siamo di fronte a un intervento – ha aggiunto - che tiene conto dell’integrazione con il territorio delle esigenze di una comunità grazie a un lavoro continuo di sponda fra Regione e Comune". Verrà anche migliorata l’accessibilità delle utenze deboli e la visibilità dei passaggi pedonali e la percorribilità da e per la Fi-Pi-Li.

Carlo Baroni