Centro Giovani Upload. Si riaprono le porte

Ogni martedì e giovedì torna lo spazio dedicato ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni . Londi: "Il bello è che sono loro ad essere i protagonisti di ciascuna attività".

Centro Giovani Upload. Si riaprono le porte

Centro Giovani Upload. Si riaprono le porte

Si chiama Upload ed è uno spazio dalle molteplici finalità. Una su tutte, tenere impegnati i giovani del territorio. Riapre le sue porte (ogni martedì e giovedì) il Centro Giovani di Montelupo Fiorentino. Per toccare con mano, sabato dalle 10 alle 12 sarà organizzato un Open Day durante il quale le famiglie potranno conoscere l’ambiente e ricevere informazioni riguardo alle attività che si potranno svolgere all’interno dello spazio di via Giro delle Mura. Si accede dall’area della Fornace del Museo – sala Tongiorgi: qui due volte alla settimana i ragazzi e le ragazze dagli 11 ai 14 anni, dalle 15 alle 18 saranno accolti dagli educatori. Parola d’ordine, creatività. In questo contesto i giovani avranno modo di svolgere attività di gruppo e individuali, sperimenteranno la condivisione dei compiti, grazie al supporto degli educatori ma grazie anche al confronto con i coetanei. Potranno seguire metodi di studio alternativi, servendosi di programmi per la costruzione di mappe mentali, per la realizzazione di grafiche o PowerPoint. Workshop e laboratori, progettazione e realizzazione di eventi, escursioni sul territorio e in giro per la Toscana, sono solo alcune delle attività che chi frequenterà Upload potrà sperimentare. Sono, inoltre, previste attività con le diverse associazioni che operano sul territorio. "Un servizio che è una risorsa per i ragazzi, per le famiglie e per la comunità - dice Simone Londi, vicesindaco e assessore alle Politiche giovanili - Upload offre possibilità di incontro, confronto, di cominciare a uscire fuori dal contesto familiare ma accompagnati. È un luogo in cui è possibile sperimentare e conoscere nuove persone. Il servizio è una risposta concreta ai bisogni dei ragazzi e anche al vuoto che possono sperimentare in un contesto di provincia".

Se i programmi procedono come previsto dal prossimo anno, come anticipa Londi, il Centro Giovani sarà trasferito nella sede definitiva dell’ex Cinema Risorti. Alla proposta rivolta ai più giovani se ne affianca un’altra pensata su misura per i più grandi, che frequentano le superiori e che avranno modo di incontrarsi in orario serale, progettando assieme agli educatori le attività per loro più interessanti. Ultimo aspetto ma non meno importante, l’accesso ai servizi completamente gratuito.