Bagnai accusa: "Pochi controlli deficit politico"

Il gruppo consiliare Montelupo nel Cuore - Centro Destra per Montelupo esamina i servizi erogati dal Comune e da quelli esternalizzati. I servizi gestiti direttamente dall'Ente vengono lodati, mentre quelli esternalizzati vengono criticati per mancanza di controlli. Tariffe idriche elevate e criticità emergenti nel servizio rifiuti.

Bagnai accusa: "Pochi controlli deficit politico"
Bagnai accusa: "Pochi controlli deficit politico"

Una ‘pagella’ di fine anno per i servizi ai cittadini? Ottimi quelli erogati direttamente dal Comune. Da rivedere quelli esterni. Firma: gruppo consiliare Montelupo nel cuore - Centro Destra per Montelupo, all’opposizione. Che appunto non ha mancato di elogiare, anche in sede di esame del bilancio di previsione e del documento triennale di programmazione, - spiega il consigliere Daniele Bagnai (nella foto) - "la bontà dei servizi gestiti direttamente dall’Ente, grazie alla qualità degli operatori". Ma che ritiene contestualmente, "facendoci interprete delle istanze di tanti cittadini che ci avvicinano, che non si possa esprimere analogo compiacimento su quelli esternalizzati, per effetto di una mancanza di idonei controlli a nostro avviso imputabili ad un deficit di volontà politica". Sotto la lente di ingrandimento è finito soprattutto il servizio idrico ciclo rifiuti. "Le tariffe dell’acqua – riprende Bagnai – sono tra le più elevate in Italia e mentre il gestore enfatizza la realizzazione di utili da devolvere ai soci della partecipata dai comuni, non è altrettanto attento a soddisfare i bisogni degli utenti".

"La fretta con la quale si è inteso passare all’adozione della tariffa corrispettiva nel servizio rifiuti, demandandone la gestione economica esclusiva ad Alia, – insiste Bagnai – si è a nostro avviso mostrata cattiva consigliera, perché emergono crescenti criticità. E se il carico tributario, peraltro generalmente aumentato, ha avuto mitigazioni lo si deve ad interventi diretti del Comune che ha messo a disposizione del gestore un avanzo d’amministrazione vincolato di 300mila euro".

A.C.