Nella foto piccola Danny Scotto, nella grande Giuseppe Marchesano
Nella foto piccola Danny Scotto, nella grande Giuseppe Marchesano

Pisa, 27 aprile 2020 -  Danny Scotto, operaio di Chiesina Uzzanese (Pistoia), 29 anni, potrà lasciare il carcere dove era rinchiuso da oltre un anno per l'omicidio di Giuseppe Marchesano, l'amico ucciso nella sua abitazione di Casteldelbosco ( Pisa). Scotto è stato assolto per vizio totale di mente.

Nel novembre 2018 Scotto uccise l'ex compagno di scuola crivellandolo con 11 colpi di una pistola 357 Magnum. Il gup di Pisa, Giuseppe Laghezza, ha disposto per lui il ricovero in una struttura psichiatrica giudiziaria per 24 anni. Il processo si è svolto in rito abbreviato e con l'imputato in collegamento da remoto dal carcere di Pisa. Il pm Sisto Restuccia aveva chiesto la condanna a 12 anni col riconoscimento della parziale infermità mentale di Scotto accusato di omicidio volontario aggravato da premeditazione e crudeltà. Scotto uccise l'amico sparandogli dopo una visita al domicilio della vittima. Marchesano aveva da qualche tempo interrotto i rapporti con Scotto che decise di andare a trovarlo ma al culmine di una lite gli sparò.