Un treno locale alla stazione di Santa Maria Novella
Un treno locale alla stazione di Santa Maria Novella

Firenze, 5 maggio 2020 - Oltre 27 mila persone hanno viaggiato ieri, lunedì 4 maggio, sui treni regionali della Toscana. Lo rende noto Trenitalia analizzando il dato della prima giornata della "fase 2" dell'emergenza sanitaria per il coronavirus. Per avere un metro di paragone, ogni giorno sonocirca 200mila i viaggiatori sulle linee toscane. Alle 17 di martedì 5 maggio il dato parziale dei viaggiatori in Toscana è di 25mila 740. "Numeri che tendenzialmente confermano a fine giornata i dati registrati ieri", fa sapere Trenitalia in una nota.

Sono circa 360 i treni regionali di Trenitalia in servizio da ieri in Toscana. Il riempimento medio dei convogli è stato di circa il 15% dei posti a sedere disponibili. La nuova offerta, concordata con la Regione committente del servizio, garantisce il 20% in più dei treni previsti nella "fase 1".

Come previsto, a registrare il maggior incremento di passeggeri sono stati i treni in fascia pendolare, in particolare sulle direttrici Arezzo-Valdarno-Firenze, Pisa-Empoli-Firenze e Pistoia-Prato-Firenze dove comunque l’occupazione massima dei posti a sedere disponibili non ha superato il 25%. Sulla flotta di Trenitalia è in corso l’allestimento di marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per la salita e la discesa dei viaggiatori e le indicazioni a terra per indicare ai passeggeri l’uscita più vicina e la distanza da tenere con gli altri passeggeri.

Disponibili a bordo già dalla "fase 1" i dispenser con liquido igienizzante per le mani. Potenziate infine le attività di sanificazione e igienizzazione su tutta la flotta

Per quanto riguarda i treni a media e lunga percorrenza, sono 10 da oggi le Frecce che interessano la Toscana (erano 8 fino a ieri). Si tratta in particolare di 3 coppie sulla tratta Torino/Milano – Napoli, 1 coppia fra Venezia e Roma e 1 coppia fra Bolzano e Roma.

In una nota, il Gruppo Fs Italiane "ricorda che tutti i passeggeri devono: indossare sempre la mascherina protettiva; essere responsabili socialmente, per sé e per gli altri, rispettando la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie, le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni; essere collaborativi a bordo treno con il personale ferroviario, utilizzare percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi; essere collaborativi in stazione con il personale ferroviario nell’entrare o uscire dai varchi, seguendo i percorsi individuati e le indicazioni dei pannelli informativi".