Angela Baldi
Cronaca

Torna l’Antiquaria, weekend con oltre 200 banchi

Arrivi dalla Spagna per visitare la Fiera, l’omaggio di Fedeli in una mostra. Chierici: “Per l’edizione di dicembre percorso allargato a via Sassoverde e San Domenico”

fiera
fiera

Arezzo, 30 settembre 2023 – Il sole splende sulla Fiera. L’Antiquaria di ottobre gioca d’anticipo e promette oggi e domani un fine settimana in compagnia di tantissimi banchi. Seguendo quello che da giugno in poi è stato un trend positivo dopo il nuovo bando della Fondazione, saranno oltre 200 gli espositori dislocati lungo il classico percorso. Nelle vie del centro storico è in arrivo un weekend pronto a regalare ad appassionati e addetti ai lavori il piacere della caccia ad oggetti di ogni tipo grazie a 214 espositori titolari e decine di spuntisti impegnati a proporre arte, mobili, gioielli, libri e ogni tipo di collezionismo. A suggellare il fascino della manifestazione capace di conquistare un pubblico sempre più internazionale, ieri la Fondazione Arezzo Intour ha dato il benvenuto a un gruppo di 16 visitatori spagnoli, appassionati ed esperti di antiquariato e artigianato, arrivati ad Arezzo proprio per visitare l’Antiquaria. Durante il loro soggiorno saranno accompagnati da Maria Jesus Cano de Alarcon che in Spagna conduce un amatissimo e seguitissimo programma televisivo dedicato all’antiquariato e al restauro. Il gruppo si tratterrà fino al lunedì e farà visita a laboratori artigiani e negozi antiquari.

“Ieri un aperitivo di benvenuto per il gruppo di spagnoli – spiega l’assessore al turismo e presidente della Fondazione Arezzo Intour Simone Chierici – sono accompagnati da Maria Jesus Cano de Alarcon che in Spagna conduce un programma televisivo sull'antiquariato molto apprezzato. Oggi il gruppo visiterà la Fiera e gli artigiani di via Cesalpino, mentre lunedì sarà alla bottega di Francesco Conti in via Mazzini. Quella che inizia dovrebbe essere una buona fiera, da giugno a questa parte ci siamo assestati su oltre 200 banchi con un trend in salita”. Agli spuntisti vengono riservati i posti lasciati liberi dai titolari o la parte di percorso di via Cavour e solo all’occorrenza piazza della Badia. “Ultimamente la Badia che pur rientra nel percorso della Fiera è rimasta vuota- spiega Chierici - magari sarà reintegrata a dicembre quando avremo più spuntisti del solito, anche se per quella fiera vista la concomitanza con i mercatini tirolesi e la necessità di spostare i banchi da piazza Grande, stiamo pensando a una soluzione alternativa che prevede di allungare il percorso a via Sassoverde e piazza San Domenico”. L’appuntamento con l’Antiquaria è arricchito in questa occasione anche da un evento espositivo: ieri alla Galleria Rosy Boa di via Cesalpino è stata inaugurata la mostra delle opere di Franco Fedeli, eclettico pittore e scultore toscano, tra cui 15 tavole dedicate proprio alla Fiera Antiquaria e realizzate, nei primi anni Settanta. Un omaggio ad Arezzo e alla Fiera visto che in queste tavole realizzate prevalentemente a inchiostro di china, Fedeli racconta la cornice cittadina che ospita da sempre questo appuntamento. L’esposizione “Impressioni della Fiera dell’Antiquariato e Oltre” è organizzata dalla Fondazione Intour e curata da Matilde Puleo e presenta anche alcuni oggetti della collezione Fedeli raccolti dall'artista fin dai primi tempi della Fiera, sempre ricca di stranezze e particolarità. Oggi e domani torna anche Arezzo Selezione Vintage con due nuove location: il Palazzo di Fraternita e il Giardino pensile della Provincia. La manifestazione dedicata al vintage realizzata dal Consorzio Arezzo Fashion col Comune, aprirà le porte a curiosi e appassionati accogliendo una trentina di selezionati espositori di abbigliamento e accessori d’epoca provenienti da tutta Italia.