Guardia di Finanza (Foto di repertorio)
Guardia di Finanza (Foto di repertorio)

Siena, 13 luglio 2020 – Si sono intensificati i controlli da parte della Guardia di Finanza di Siena a contrasto del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, le Fiamme Gialle senesi hanno passato al setaccio il centro storico cittadino, concentrandosi in via Salicotto, via del Porrione e piazza del Mercato, zone in cui notoriamente si registra una massiccia presenza giovanile fino a notte inoltrata e balzate recentemente agli onori della cronaca a causa di diversi episodi di “movida molesta”. E proprio questi controlli massicci hanno portato al sequestro di droga nel centro cittadino, in via del Porrione.

Nel corso dell’attività infatti, intorno alle 2.30 di notte, un minorenne di nazionalità italiana è stato trovato in possesso di circa 3,5 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish, pertanto si è proceduto alla contestazione ed al sequestro della sostanza, notificando gli atti al genitore dell'interessato, avvisato delle operazioni, i quali sono stati poi trasmessi alla locale Prefettura per le sanzioni previste.  Tali attività di prevenzione e repressione, coerentemente alle linee di indirizzo impartite dall’Autorità di Vertice del Corpo, testimoniano, ancora una volta, il costante presidio attuato dalle Fiamme Gialle senesi su tutto il territorio di competenza, impegnate a fare in modo che i luoghi di pubblico ritrovo costituiscano spazi di sana frequentazione, a tutela della collettività, in particolare dei più giovani e dell’ordine pubblico in generale. Le Fiamme Gialle senesi hanno passato al setaccio il centro storico cittadino, concentrandosi in via Salicotto, via del Porrione e piazza del Mercato, zone in cui notoriamente si registra una massiccia presenza giovanile fino a notte inoltrata e balzate recentemente agli onori della cronaca a causa di diversi episodi di “movida molesta”. Resta dunque alta l’attenzione che il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena ripone nell’azione di contrasto al consumo ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, non soltanto nella forma della detenzione personale, bensì anche in quella diretta alla commercializzazione illecita, con particolare attenzione alle zone cittadine più esposte a tale fenomeno e maggiormente frequentate dai giovani.

 

Maurizio Costanzo