Polizia
Polizia

Grosseto, 19 aprile 2019 - Prima le ore d’ansia, poi il terrore che fosse capitato qualcosa di veramente molto grave durante una notte passata praticamente insonne. Alla fine, però, il lieto fine è arrivata la bella notizia e il sollievo che quella fuga era soltanto una bizza, un po’ grave, ma niente di più. E’ stata ritrovata ieri mattina in piazza del Sale infatti la ragazzina di 15 anni che, nel pomeriggio di mercoledì, aveva praticamente fatto perdere le proprie tracce dopo essere uscita di casa. Lei, che abita nella zona di via Giotto, infatti, dopo la scuola era uscita di casa e non c’era più ritornata.

Di lei c’era soltanto una voce che circolava insistentemente in città: che era stata vista nella zona proprio di via Giotto, al parco. Ma in serata non era rientrata in casa e i familiari avevano iniziato a preoccuparsi. Una preoccupazione che era diventata un vero e proprio allarme nelle prime ore della notte quando della ragazzina non c’era traccia.

E’ stato a quel punto che la famiglia, visto che il telefono cellulare della giovane, era praticamente muto da ormai troppe ore, che si sono rivolti alla polizia. Gli agenti della Mobile hanno immediatamente fatto scattare la task force delle ricerche, prima interrogando i genitori e poi iniziando una vera e propria ricerca a tappeto nella zona. La giovane, di origini straniere e che dall’aspetto può sembrare più grande, era stata vista l’ultima volta al Parco di via Giotto ma, dopo i primi riscontri, si è subito capito che poteva essere una bizza perché non era la prima volta che la ragazzina si allontanava di casa senza il permesso dei genitori. Le ricerche sono andate avanti per tutto il pomeriggio, tutta la notte e gran parte della mattina. Poi l’epilogo positivo con gli agenti che hanno individuato la ragazzina. Prima di riaffidarla alla famiglia è stata portata anche al pronto soccorso per capire se durante la notte avesse subito violenze, ma così non è stato.

Da quello che si è appreso (la polizia infatti ha fatto giustamente calare un silenzio giusto) pare che all’origine della fuga ci siano stati dei dissapori coi genitori. Liti normali tra una ragazza adolescente, il padre e la madre. Che però questa volta sono trascesi in una fuga che ha fatto preoccupare non solo i familiari ma tutti coloro, compresi i compagni di scuola e gli amici, che la conoscono. La ragazzina è rientrata nella sua casa, dunque, sana e salva all’ora di pranzo. Non ha fatto sapere, se non ai genitori, dove possa aver trascorso la notte.