Lastra a Signa, nuovi mezzi contro gli incendi
Lastra a Signa, nuovi mezzi contro gli incendi

Firenze, 16 giugno 2018 - Sono arrivati “i rinforzi” per combattere gli incendi boschivi e per rendere più agevole il lavoro dei volontari in caso di ricerca dispersi. Si è tenuta infatti stamani l’inaugurazione dei nuovi mezzi e delle attrezzature della Racchetta di Lastra a Signa, l’associazione specializzata in prevenzione e contrasto degli incendi boschivi. La manifestazione ha preso il via intorno alle 10, con il ritrovo in piazza Garibaldi, nel centro storico: presenti non solo i mezzi e i volontari lastrigiani, ma anche quelli provenienti dalle tante sezioni della Racchetta del resto della Toscana. L’associazione, nata a Scandicci nel 1972 da un gruppo di amici uniti dalla passione per il tennis (da qui il nome), per le trasmissioni radio e da un grande senso civico, è oggi presente non solo in provincia di Firenze, ma anche a Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto e Livorno, inclusa l’Isola d’Elba. Tante anche le rappresentanze di altre associazioni di protezione civile e volontariato, arrivate per festeggiare l’evento.

In piazza Garibaldi si è tenuta quindi la cerimonia di commemorazione di Giorgio Benvenuti, uno dei soci fondatori della Racchetta, recentemente scomparso. A seguire, l’inaugurazione di un nuovo mezzo speciale, un Land Rover Discovery II, ma anche di una torre faro dotata di generatore, molto importante nelle operazioni di ricerca dei dispersi che spesso vedono coinvolti anche i volontari della Racchetta. Infine, la sfilata di tutti i mezzi presenti, che hanno attraversato le vie del paese a sirene spiegare, fino a raggiungere la Base Pineta di Malmantile, che permette di dominare (e controllare) dall’alto tutta la Piana fra Firenze e Prato oltre a una bella porzione dell’area empolese. Infine il pranzo e un momento di festa e relax per tutti i partecipanti.

A fare gli onori di casa, il presidente della Racchetta Leonardo Tomassoli, il suo vice Fabio Giachetti e la responsabile della sezione locale Giada Senesi, mentre hanno partecipato all’evento il sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni, il vicesindaco Leonardo Cappellini, i rappresentanti del Comune di Signa e dell’Arma dei carabinieri. Attualmente la Racchetta di Lastra a Signa può contare su circa 80 volontari e 8 mezzi. Oltre alla Base Pineta, dispone di un magazzino nella zona degli ex Macelli. Ovviamente chi volesse diventare volontario e dare una mano nelle operazioni di vigilanza del territorio e spegnimento degli incendi è il benvenuto. Per info è possibile scrivere a baselastra@laracchetta.it.

Lisa Ciardi