L'elicottero ultraleggero caduto alla Gorgona (foto vigili del fuoco)
L'elicottero ultraleggero caduto alla Gorgona (foto vigili del fuoco)

Livorno, 22 luglio 2019 -  Il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco del comando di Livorno  intervenendo unitamente alla capitaneria di porto nelle acque antistanti l'isola di Gorgona a seguito della caduta in mare di un elicottero del tipo ultraleggero. Al momento è stato recuperato il cadavere di una donna. Ricerche in corso per l'altra persona che era a bordo, un uomo di 37 anni che sarebbe il proprietario del velivolo. Sembra che si tratti di due persone di nazionalità russa.  

Il corpo della donna sarebbe stato individuato dai vigili del fuoco e dagli uomini della Capitaneria di porto di Livorno intervenuti subito sul posto dell'incidente, 6 miglia a sud dell'isola (circa 22 miglia dal porto di Livorno), con 4 motovedette e un gommone veloce con la squadra dei vigili del fuoco sommozzatori a bordo.

Al momento si sta cercando di posizionare in acqua dei palloni gonfiabili attorno al relitto per mantenere a galla il velivolo. L'elicottero, partito oggi da Como, aveva fatto scalo all'aeroporto di Cinquale nel comune di Montignoso (Massa) e da lì si era rialzato intorno alle 16, diretto in Sardegna.

Il corpo della donna, liberato dai resti dell'elicottero ultraleggero, è stato recuperato. Sul posto stanno operando gli uomini della Capitaneria di porto di Livorno e i vigili del fuoco. Nella zona ha lavorato, fino a quando la luce del giorno lo ha consentito, anche un elicottero della Guardia costiera partito dalla base di Sarzana (La Spezia). Nell'area dell'incidente, appena la Capitaneria di Livorno ne ha avuto notizia, sono state dirottate anche alcune unità della marina mercantile che navigavano nella zona.