In fase di completamento i lavori alla rotatoria in fondo a viale dei Carabinieri

Da lunedì 5 febbraio, per almeno due settimane, chi proviene dal raccordo autostradale dovrà utilizzare una nuova bretella

casi

casi

Arezzo, 1 febbraio 2024 – Novità all’altezza della nuova rotatoria realizzata tra viale dei Carabinieri, viale Gaetano Salvemini e l’inizio del raccordo autostradale. La stessa potrà essere utilizzata da lunedì 5 febbraio solo da chi esce dalla città o da chi proviene dalla tangenziale urbana. Le vetture che percorrono invece il raccordo Arezzo - Battifolle non potranno fruirne, dovendo utilizzare una nuova bretella esterna sia per dirigersi verso il centro sia verso il Casentino. La situazione si perpetuerà per 15/20 giorni. Fino alla sistemazione definitiva e all’apertura della viabilità di progetto, quando il binomio rotatoria - bretella sarà percorribile in entrambi i sensi di marcia non più alternativamente.

“Le motivazioni di questa temporanea modifica – specifica l’assessore Alessandro Casi – sono legate all’asfaltatura dell’infrastruttura stradale in via di completamento. Si tratta di una novità importante, che fa il paio con il peraltro vicino lavoro al sottopasso di via Baldaccio: l’amministrazione comunale è in procinto di mettere a segno una doppietta che porterà beneficio al sistema viario cittadino. Nel corso delle prossime due/tre settimane l’appello che faccio è alla pazienza, specialmente in alcuni giorni: si susseguiranno infatti step lavorativi che implicheranno le chiusure di alcuni tratti in entrata e uscita dalla rotatoria, comunque di breve durata e mai contemporanee. La giornata più critica, parliamo di metà febbraio, dovrebbe essere quella in cui chi proviene dalla tangenziale urbana, nello specifico dalla zona dell’ospedale, non potrà svoltare a destra arrivato all’altezza dello svincolo per la rotatoria e il raccordo. Ma si tratta di un piccolo e necessario ‘scoglio’ propedeutico a tagliare il traguardo”.