I legionari sulla Flaminia militare con l’assessore Alessandro Martini
I legionari sulla Flaminia militare con l’assessore Alessandro Martini

Firenze, 18 settembre 2021 - Partiti da Bologna lo scorso 12 settembre, la lunga camminata sulle tracce della storia dei legionari si è concluso a Firenze il 18 settembre, dopo sette giorni di cammino. Hanno percorso l’antica Flaminia Militaris dal capoluogo emiliano a Fiesole, coronando il loro cammino percorrendo i pochi chilometri che li separavano da Florentia.

Una rievocazione che aveva un intento preciso: quello non solo di ricordare il percorso storico in sé, ma anche di valorizzare la storia dei luoghi e farla conoscere sempre meglio.  Un percorso legato ai bei panorami e alla natura, ma soprattutto alla storia. Il G20 dell’Agricoltura ha fermato la loro possibilità di ingresso in città, ma non la speranza di poterlo fare in un’altra occasione. Dunque non hanno potuto raggiungere il foro romano in piazza della Repubblica, ma sono stati accolti dall’assessore Alessandro Martini presso il Giardino dell’Orticoltura, crocevia di Faentina e Bolognese. Sono circa 120 i chilometri percorsi a piedi dai legionari, ricalcando fedelmente l’antico percorso romano della Flaminia Militare del 187 a .C., attraverso cittadine dell’Appennino e boschi incontaminati, dove hanno potuto camminare sugli antichi selciati ritrovati da Cesare Agostini e Franco Santi. Hanno varcato la Sieve ricalcando idealmente in barca il ponte romano del Colombaiotto, che ormai giace sotto le acque del lago di Bilancino, si sono diretti verso Fiesole passando da Trebbio, Tagliaferro, Bivigliano, Olmo fino a raggiungere Fiesole per ritrovarsi “a casa” nel Teatro Romano. Una iniziativa che ha coinvolto per sette giorni, dal 12 al 18 settembre, alcuni legionari della X Legio, capitanati da Giuseppe Cascarino, appassionato studioso della storia dell’esercito romano e autore di svariate pubblicazioni. Che, sostenuti dai Comuni di Monzuno, S.Benedetto val di Sambro, Firenzuola, dall’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, e accolti calorosamente dagli altri Comuni lungo il percorso - Barberino del Mugello, S.Piero a Sieve, Vaglia, Fiesole - hanno dato vita a questa rievocazione insieme ai circoli Legambiente SettaSamoggiaReno e AltoMugello, Emilbanca e Cooperativa Foiatonda.