Un intervento chirurgico (foto repertorio)
Un intervento chirurgico (foto repertorio)

Livorno, 30 luglio 2020 - Quattro persone sono state sottoposte a trapianto grazie a una donazione di organi (tra cui il cuore) avvenuta all’ospedale di Livorno. Questo è stato possibile grazie alla generosa disponibilità di una famiglia che ha saputo trasformare la tragica perdita di un loro congiunto in un atto di amore. Il donatore, un giovane uomo, è stato segnalato dalla trapia Intensiva livornese (diretta da Paolo Roncucci) al Coordinamento locale ospedaliero. Questo ha avviato la procedura di valutazione d’idoneità con il Centro regionale e il Centro nazionale trapianti. Tre sono state le equipe chirurgiche intervenute delle aziende ospedaliere universitarie di Siena e Pisa. Tutto il percorso è stato condiviso con la famiglia del donatore, che aveva dichiarato in vita la volontà di donare gli organi dopo la morte. "Questi risultati – spiega Elena D’Imporzano, coordinatrice locale per le attività di reperimento dei donatori all’ospedaleElena D’Imporzano nella foto con il primario di Cure Palliative Costanza Galli – sono il frutto del senso etico dei nostri cittadini e delle loro famiglie. Ritengo doveroso esprimere uno speciale ringraziamento alla famiglia del donatore".