Il Salone dello Studente per la prima volta ad Arezzo: il 7 e l’8 febbraio 10mila studenti incontrano il proprio futuro

Presenti tutti e nove gli Its della regione. Oltre a università, scuole e accademie del territorio e nazionali. L’evento, in collaborazione con USR Toscana e con il patrocinio della Camera di Commercio Arezzo-Siena e della Provincia di Arezzo, sarà inaugurato da un incontro con i rappresentanti di enti e istituzioni

Arezzo, 6 febbraio 2024 – Il 2024 del Salone dello Studente parte dalla Toscana e lo fa con un esordio: per la prima volta sbarca ad Arezzo (Padiglione 5 Arezzo Fiere, 7-8 febbraio, 9.00-13.30). L’evento di orientamento alle scelte post diploma, targato Campus Editori, è dedicato agli studenti delle scuole superiori che stanno già pensando a come proseguire il proprio percorso di formazione dopo la maturità. Al Salone sono attese 10mila presenze dalla provincia di Arezzo (che conta 19 istituti superiori e 16.582 studenti) e dalle altre province toscane.

Il Salone sarà inaugurato il 7 febbraio (Sala Magenta) alle 10,30 da un incontro che vede la presenza di Roberto Curtolo, dirigente USR Toscana, Massimo Guasconi presidente della Camera di Commercio di Arezzo Siena, Francesca Bianchi delegata all’Orientamento per il Dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive dell’Università di Siena, Marco Randellini, segretario generale della Camera di Commercio, Domenico Ioppolo, amministratore delegato di Campus.

“Dopo una storica presenza in Toscana, con edizioni a Firenze, Pisa e Carrara, il Salone dello Studente, approda anche ad Arezzo”, dice Domenico Ioppolo, ad Campus Editori. “Un esordio, d’intesa con enti e istituzioni cittadine e regionali, che contribuisce a sviluppare sinergie sul territorio nell’interesse dei più giovani”.

“Parte il salone dell’orientamento ad Arezzo, che presenta alle scuole le opportunità del futuro, un’iniziativa che accoglie la partecipazione di tutti gli attori con grande entusiasmo”, dice Roberto Curtolo, dirigente USR per la Toscana. “Un evento che porterà gli studenti ad avere un primo contatto con il mondo che li circonda per la prosecuzione degli studi. Ci auguriamo che possa essere il primo di una lunga serie di appuntamenti di questo tipo nei prossimi anni.”

I numeri della formazione ad Arezzo e in Toscana. Il Salone si inserisce in un quadro che vede, in provincia di Arezzo, il 20,1% degli iscritti al primo anno delle scuole secondarie non terminare i 5 anni nello stesso istituto contro una media regionale dell’11,1% rilevata da Eurostat. È quanto ha rilevato il primo rapporto sulla dispersione scolastica in Provincia di Arezzo, realizzato da Oxfam. Circa il 60% dei diplomati decide poi di proseguire gli studi.

“La formazione permette la realizzazione di progetti lavorativi e di aspirazioni personali utili a una crescita economica e sociale della società ma tali progetti devono essere in costante relazione con l’organizzazione del mercato del lavoro”, sostiene Massimo Guasconi, presidente della Camera di Commercio. “Il Salone dello Studente rappresenta un’ulteriore importante occasione di orientamento nelle proposte formative e professionali rivolte ai nostri giovani e alle loro famiglie”.

Scuola e lavoro: due realtà che collaborano. Secondo quanto rilevato dal sindacato datoriale Unsic, nelle province di Arezzo, Pisa e Siena, uno studente su tre intende continuare a studiare dopo il diploma. Sempre Unsic ha rilevato che a livello nazionale è il territorio della provincia di Firenze quello più “attrezzato” per l’alternanza scuola-lavoro. A livello regionale al primo posto si conferma la Toscana, seguita da Trentino-Alto Adige e Veneto. L’ultimo rapporto Excelsior evidenzia, una forte richiesta di figure professionali: 2.410 nel mese di novembre 2023 (+ 13% rispetto al novembre 2022), 6.990 nel trimestre novembre 2023 – gennaio 2024 (+7% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno).

Le aziende cercano personale ma faticano a trovarlo. Il mismatch di competenze rimane un nodo fondamentale da superare. Secondo Unioncamere-Anpal, tra le prime 50 figure professionali di difficile reperimento ci sono medici di medicina generale, ingegneri elettronici/telecomunicazioni. Ma anche dirigenti d'azienda, meccanici collaudatori, infermieri/ostetriche e tecnici elettronici. Per quanto riguarda la percentuale di posti che rimangono scoperti, la prima città della Toscana è Arezzo, al 18° posto nazionale, con un’incidenza del 46,1%. Segue Pistoia, al 26° posto con 44,5%. Firenze si piazza al 35° posto con una percentuale del 43,9%. Quindi Siena al 40° con il 43,5%.

Il valore degli Its toscani. La scommessa della Toscana per il lavoro passa attraverso i 9 ITS Academy regionali, tutti presenti al Salone di Arezzo: ITS Prodigi - Professione Digitale, ITS Ate – Accademia Tecnologica Edilizia, ITS Prime Per La Manutenzione Industriale, ITS M.I.T.A. - Made In Italy Tuscany Academy, ITS Energia e Ambiente, ITS E.A.T. -Eccellenza Agroalimentare Toscana, VITA – ITS per le nuove tecnologie della vita, ITS per la Mobilità sostenibile Isyl - Italian Super Yacht Life e ITS Tab – Turismo Arte e Beni Culturali. Gli ITS avranno uno spazio con un’area desk loro riservata e una sala per incontri e presentazioni dove far conoscere agli studenti come possono raggiungere una specializzazione tecnica di alto livello, progettata e realizzata in collaborazione con imprese e università.

Al Salone dello Studente spazio al volontariato, università, numerose scuole e accademie. Sono inoltre presenti, per il territorio, Università degli studi di Firenze, Università degli studi di Siena e Università per Stranieri di Siena; Accademia Italiana Arte – Moda- Design, Ied - Istituto Europeo di Design, Laba Libera Accademia di Belle Arti Firenze, Scuola Comics Firenze, Sioo, Ssml Unicollege – Firenze. Oltre a numerose altre realtà formative da tutta Italia. Al Salone sarà presente un’ambulanza dell’Arciconfraternita della Misericordia di Arezzo dove gli studenti potranno conoscere i principali strumenti utilizzati dai volontari e assistere a simulazioni di soccorso su manichini. Un modo per sensibilizzare i giovanissimi sull’utilità di apprendere le modalità di soccorso di base.

Spazio alla creatività. L’Istituto Modartech di Pontedera organizza il Creative Lab con dimostrazioni pratiche.

Voce agli studenti con la ricerca Teens’Voice, un questionario, organizzato in collaborazione con Università di Roma La Sapienza, che analizza valori, aspettative e speranze della GenZ.

La partecipazione al Salone dello Studente, gratuita, garantisce fino a 10 crediti Pcto e sarà certificata con tecnologia blockchain (tramite piattaforma LutinX) costituendo una credenziale digitale che lo studente potrà tenere sul cellulare.

È confermata la diretta streaming dei convegni e delle presentazioni, per i quali sono previste due sale.

https://www.salonedellostudente.it/events/campus-salone-dello-studente-arezzo-2/