Casa Buonarroti
Casa Buonarroti

Firenze, 23 maggio 2020 - Fondazione CR Firenze, insieme a ‘Google Arts & Culture’, porta online quattro significativi musei del territorio e le loro collezioni che da oggi sono visibili nella prestigiosa piattaforma: un impegnativo lavoro  grazie al quale sono state digitalizzate e rese visibili on line oltre 560 opere, ma anche mostre e tour virtuali a 360°, della Fondazione Scienza e Tecnica e di Casa Buonarroti a Firenze, dei Musei di Fiesole, di Palazzo Pretorio e di Casa Boccaccio a Certaldo.

Queste quattro istituzioni museali sono risultate vincitrici della prima edizione del Bando Laboratori Culturali, il programma che Fondazione CR Firenze mette a disposizione dei musei del territorio per supportarne l’innovazione digitale e per potenziarne l’identità on line. Nell’ambito del bando, oltre ad un contributo economico per la realizzazione dei progetti di innovazione proposti, ai vincitori era destinata anche un’ulteriore premialità: il supporto di un professionista esterno, esperto in digitalizzazione, che ha aiutato queste istituzioni a condividere i loro tesori sulla piattaforma ‘Google Arts & Culture’. Un’attenzione verso il web e le nuove tecnologie intese come motore di potenziamento delle realtà culturali e museali che è, da tempo, al centro delle programmazioni istituzionali della Fondazione e che, con l'estensione delle norme di sicurezza causate dall’emergenza Covid19 e la chiusura temporanea di molti di questi luoghi, è oggi più che mai attuale. E’ infatti una modalità per rompere ‘virtualmente’ il loro isolamento fisico e permettere la fruibilità, anche se parziale, del prezioso patrimonio d’arte. Il Bando Laboratori Culturali, la cui prima edizione è stata lanciata nel 2017, ha sostenuto nelle ultime tre edizioni 40 progetti destinando complessivamente un contributo di 570mila euro alle realtà museali di Firenze, Arezzo e Grosseto. Lo scopo è che fossero potenziate e rinnovate l’implementazione di strumenti digitali innovativi: dalla comunicazione istituzionale, come siti web e social network, all’integrazione dei servizi interni con nuovi strumenti di fruizione, come video e applicazioni multimediali. Con questa operazione la Fondazione cerca di attrarre nel mondo museale categorie sempre nuove e numerose, soprattutto tra le giovani generazioni, al fine di garantire quanta più fruibilità e accessibilità possibile al patrimonio culturale locale.  Google Arts & Culture è uno spazio online creato per esplorare i tesori, le storie e il patrimonio di conoscenza di oltre 2.000 istituzioni culturali di 80 paesi nel mondo. In linea con la missione di Google di rendere l'informazione più accessibili, la missione di Arts & Culture è rendere la cultura mondiale accessibile a chiunque, ovunque. Con Arts & Culture si possono scoprire l’arte, la storia e le meraviglie culturali di tutto il mondo, tra le altre, opere presenti presso la Tate Britain di Londra, il Metropolitan Museum of Art di New York, le Gallerie degli Uffizi di Firenze e i Musei Capitolini di Roma. In occasione della “Giornata Internazionale dei Musei”, promossa da Icom e da numerose altre realtà museali nazionali e internazionali e celebrata di recente, Google Arts & Culture ha portato online il contenuto di 83 istituzioni culturali di oltre 20 paesi, tra cui anche i “nostri” Piccoli Grandi Musei” fiorentini, condividendo oltre 200 mostre online e 10mila nuove opere d'arte e manufatti.

Maurizio Costanzo