Piombino, 21 febbraio 2020 - «La prima cosa da fare è eliminare il pericolo per l’ambiente e per le attività economiche: le ecoballe devono essere recuperate al più presto". Gabriele Bianchi, consigliere regionale ex Cinque Stelle, che ora fa parte del gruppo "Toscana nel Cuore" a sostegno della candidatura di Eugenio Giani, lunedì sarà a Roma per incontrare il contrammiraglio Aurelio Caligiore commissario per l’emergenza ambientale rappresentata dal carico di plastica sminuzzata perduto nel luglio 2015 dalla motonave Ivy nel golfo di Follonica.

La nave era da poco partita da Piombino, le ecoballe, probabilmente assicurate male sulla nave, sono cadute in un tratto di mare che si trova due miglia sud dell’isola di Cerboli su un fondale di circa 44 metri. "E’ chiaro – afferma Bianchi – che bisognerà risalire ai responsabili dell’incidente e stabilire il principio che chi inquina paga. Le spese del recupero dovranno essere addebitate a chi ha provocato il problema. Ma ora c’è l’esigenza di tutelare l’ambiente e le attività turistiche e commerciali della costa, mi metterò a disposizione dell’ammiraglio Caligiore per lavorare alla soluzione degli intoppi burocratici. La cosa migliore sarebbe intervenire prima dell’estate". All’incontro dovrebbe partecipare il senatore Gregorio De Falco ex Cinque Stelle, che ha assicurato il suo sostegno alle iniziative per la rimozione delle ecoballe.