Roma, 15 aprile 2021 - Covid: sono 6.974 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 16.168. Sono invece 380 le vittime in un giorno (ieri 469). Il tasso di positività è al 5,3%. 

La regione con piu' casi odierni e' la Lombardia (+2.722), seguita dalla Campania (+2.224), dalla Puglia (+1.867) e dalla Sicilia (+1.450). I contagi totali sono 3.826.156. In aumento i guariti, che sono 21.220 (ieri 20.251), per un totale di 3.200.196. Ancora in calo il numero delle persone attualmente positive, -4.637 (ieri -4.560): i malati ancora attivi sono ora 510.023. Di questi, 481.019 pazienti sono in isolamento domiciliare.

I dati toscani 

Come anticipato questa mattina dal governatore della Toscana Eugenio Giani i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati in regione nelle ultime 24 ore sono 1.206 su 25.102 test di cui 15.069 tamponi molecolari e 10.033 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,80% (13,2% sulle prime diagnosi). I contagi sono in crescita rispetto a ieri quando i positivi nelle 24 ore erano stati 1.168. Lievemente più basso ieri il tasso di positività, pari a 4,55%, ma calcolato su un numero maggiore di test, 25.655 test. Leggi il bollettino completo della Toscana del 15 aprile

Stop AstraZeneca ai militari

Da oggi "è sospesa momentaneamente la vaccinazione con Vaxzevria (AstraZeneca)" per i militari e le forze dell'ordine "fino a nuova disposizione". E' quanto prevede una comunicazione interna che l'Adnkronos ha avuto modo di visionare. Il documento fa seguito all'ultima direttiva della struttura del commissario per l'emegenza Covid-19 che prevede per le somministrazione la procedura per fasce d'età e non più per attività lavorativa svolta. Nel documento si precisa che le "dosi attualmente non utilizzate dovranno essere conservate e somministrate esclusivamente come seconda dose". Mentre si conferma "la prosecuzione delle attività di somministrazione dei vaccini Pfizer e Moderna limitatamente al personale sanitario e al personale a cui è stata già inoculata la prima dose".

Giani: "In Toscana AstraZeneca con contagocce. Lunedì 6mila dosi"

Giani: "I vaccini arrivano con il contagocce, vedo un grande impegno del generale Figliuolo ma il numero poi è sempre basso: non abbiamo ricevuto le 11.000 dosi Johnson&Johnson previste ma ieri in colloquio con lui ho avuto la certezza dell'arrivo lunedi' prossimo di un piccolo lotto da 6.000 dosi di AstraZeneca che metteremo subito a disposizione sul portale. L'unico vaccino che arriva regolarmente è Pfizer""

Covid, Fondazione Gimbe: giù contagi e ricoveri ma ancora lenti a vaccinare (video)

image

Vaccini, in Serbia è iniziata la produzione del russo Sputnik (video)

image

Intanto la cabina di regia convocata dal presidente del Consiglio Mario Draghi per venerdì 16 aprile, potrebbe accelerare sulle zone gialle e sulle riaperture che potrebbero arrivare già da fine mese, anche se il mese decisivo dovrebbe essere maggio. Tutto questo, però, è condizionato dall'andamento dei dati sulla pandemia da Covid-19. Se la curva dei contagi, dei ricoveri e delle vittime scenderà e a seconda di come scenderà (se più velocemente o meno), allora le riaperture saranno sempre più vicine. Anche se, stavolta, non potrà essere un "libera tutti", almeno fino a che il virus non sarà sotto stretto controllo grazie ai vaccini. 

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 354.901 casi di positività, 1.150 in più rispetto a ieri, su un totale di 25.696 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4,5%. Purtroppo, si registrano 33 nuovi decessi I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 312 (-5 rispetto a ieri), 2.464 quelli negli altri reparti Covid (-126).

Sardegna

In Sardegna dall'inizio dell'emergenza sono 50.524 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 279 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.113.378 tamponi, per un incremento complessivo di 4.263 test rispetto al dato precedente. Si registrano nove nuovi decessi (1.302 in tutto). Resta stabile a 350 il numero delle persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 54 (-3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 17.238 e i guariti sono complessivamente 31.580 (+308). Sul territorio, dei 50.524 casi positivi complessivamente accertati, 12.972 (+90) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 7.695 (+54) nel Sud Sardegna, 4.359 a Oristano, 10.011 (+56) a Nuoro, 15.487 (+79) a Sassari.

Alto Adige

In Alto Adige si sono registrati due decessi e 90 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Sono 140 i ricoverati: 16 in terapia intensiva (come ieri), 74 nei normali reparti ospedalieri (come ieri) e 50 nelle cliniche private (-2). Continua a risalire il numero degli altoatesini in quarantena che ieri erano 2.765 e oggi 2.850. 

Firenze, i dati sul contagio migliorano

Il sindaco Nardella: "Se la situazione dovesse continuare a migliorare, seppur lentamente e gradualmente, credo che anche Firenze potrà andare in zona arancione". QUI L'ARTICOLO

Covid Veneto

Sono 1.085 i nuovi contagi registrati in Veneto: 23 i decessi. Migliora la situazione negli ospedali dove i pazienti Covid complessivamente ricoverati sono 1.950 (-63); di questi 1.684 (-52) sono in area non critica, 266 (-11) in terapia intensiva.

Covid Marche

Sono 326 i nuovi casi nelle ultime 24 ore e il tasso di positività passa dal 15,4% al 13,7%. Le province di Macerata e Pesaro Urbino maglia nera (dati 15 aprile)

Covid Toscana, al via le prenotazioni con Astrazeneca

Dal 14 aprile agende aperte per gli over 70 Leggi qui l'articolo

Stop definitivo all'uso di AstraZeneca in Danimarca

La Danimarca interromperà definitivamente la somministrazione del vaccino anti-Covid AstraZeneca, lo riferisce la tv danese TV 2 citando fonti anonime. La decisione farà slittare la campagna vaccinale nazionale di qualche settimana, secondo la tv.

Richiamo AstraZeneca con altro vaccino, via ai test (video)

image

COVID TOSCANA, IL BOLLETTINO DEL 13 APRILE

Covid, il NYT: "Gli Usa hanno chiesto lo stop del vaccino Johnson&Johnson"

La grande incognita degli spostamenti tra regioni

image

Vaccinazioni in Toscana, superate le 900mila somministrazioni 

Superate le 900mila somministrazioni di vaccini anti Covid in Toscana. Lo rende noto il presidente della Regione Eugenio Giani su Telegram. "Vaccini attualmente somministrati in Toscana: 901.073 Percentuale di somministrazione e ritmo 89,6% (87,2% media nazionale)"

Lenta discesa dei ricoveri

A livello nazionale, intanto, è lenta la discesa dei ricoveri. Uno dei più importanti indicatori, che rallenta anche il resto della sanità, ovvero i numeri dei ricoverati per covid, è tornato infatti lunedì 12 aprile a salire dopo diversi giorni di calo. La situazione dunque è di stallo, eppure i numeri sono particolarmente importanti perché da loro dipenderà la calendarizzazione delle riaperture: ci sono categorie, come quella dei ristoratori, che non fanno affari da tempo e la loro pressione sul Governo per riaprire è alta, come si è visto con la nuova manifestazione di lunedì 12 aprile. 

Toscana, il punto sui vaccini

"Vaccini attualmente somministrati in Toscana: 891.830. Percentuale di somministrazione e ritmo 88,7% (85,3% media nazionale)".Così scrive il presidente della Toscana Eugenio Giani su Facebook.

Maggio mese delle riaperture

Maggio sarà il mese della riaperture delle attività economiche. Lo ha ribadito più volte il ministro degli Affari regionali Mariastella Gelmini, in visita istituzionale nelle Marche. Dal 20 aprile si comincerà a fare un punto sulle riaperture delle attività economiche, tenendo presente l'andamento dei contagi e della campagna vaccinale. Rresta comunque prioritario completare la vaccinazione degli over 80 e dei fragili, che agevolerà le riaperture.

"Non si può procedere in ordine sparso"

«Non si può procedere in ordine sparso» ha osservato il ministro, rispondendo alle domande sui governatori che vogliono rendere le isole, piccole e grandi, covid free, immunizzando prima le categorie economiche. Va nella stessa direzione, ha ricordato Gelmini, il pass vaccinale al quale sta lavorando il ministro del Turismo Garavaglia.

"Priorità rallentare i ricoveri"

«Abbiamo un'enorme quantità di popolazione che difficilmente potrà essere vaccinata entro l'estate, quindi dovremo continuare a tenere le mascherine. La priorità è rallentare il flusso di pazienti in ospedale che può permetterci di allentare le misure restrittive». A dirlo è Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, intervenuto ai microfoni della trasmissione «L' Italia s'è desta», su Radio Cusano Campus.