Coronavirus
Coronavirus

Firenze, 25 gennaio 2021  Nell’Azienda Usl Toscana nord ovest (province di Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa esclusa la Zona del Cuoio) i casi positivi del 25 gennaio sono 142.

I guariti ad oggi sono 41.773 (+146 rispetto a ieri). Oggi si sono registrati 2 decessi di persone residenti nel territorio aziendale: un uomo di 55 anni dell’ambito territoriale di Lucca; una  donna di 87 anni dell’ambito di Livorno.

Per quanto riguarda i ricoveri per Covid-19, negli ospedali dell’Azienda Usl Toscana nord ovest sono in totale 210 (ieri erano 202), di cui  25 (ieri erano 26) in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 56 i ricoverati, di cui 5 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Lucca 37 i ricoverati, di cui 5 in Terapia intensiva.

All’ospedale Apuane 49 ricoverati, di cui 8 in Terapia intensiva.

All’ospedale Versilia 48 ricoverati, di cui 5 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Pontedera 8 ricoverati, di cui 0 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Cecina 12 i ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

 

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, ad oggi (25 gennaio) sono 6.756 (+61 rispetto a ieri) le persone in quarantena perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

 

La mappa dei casi

APUANE:  27 casi

Carrara 14, Massa 13;

LUNIGIANA: 3 casi

Aulla 1, Fivizzano 1, Fosdinovo 1;

PIANA DI LUCCA:  18 casi

Altopascio 1, Capannori 6, Lucca 7, Porcari 4;

VALLE DEL SERCHIO:   3 casi

Gallicano 2, Molazzana 1;

PISA:  13 casi 

Calci 1, Cascina 5, Pisa 6, Vicopisano 1;

ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA:  6 casi

Bientina 4, Casciana Terme 1, Volterra 1;

LIVORNO:  38 casi

Collesalvetti 1, Livorno 37;

VALLI ETRUSCHE:  12 casi

Campiglia Marittima 1, Cecina 4, Piombino 2, Rosignano Marittimo 5;

ELBA: 2 casi

Campo nell’Elba 1, Capoliveri 1;

VERSILIA:  20 casi

Camaiore 3, Massarosa 3, Pietrasanta 1, Seravezza 2, Viareggio 11.

I vaccini 

Per ciò che concerne le vaccinazioni anti-Covid prosegue il piano elaborato ed attuato dall’Azienda USL Toscana nord ovest che prevede in questa prima fase di raggiungere operatori del sistema sanitario e ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali (Rsa).

A ieri le vaccinazioni effettuate erano 18.261 di cui 16.138 per prime dosi tra operatori sanitari (12.815), altro personale (789) e ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali (2.534).

Sono stati vaccinati 5.559 uomini e 10.579 donne.

Per quanto riguarda le fasce d’età la maggior parte dei vaccinati, a ieri, apparteneva ancora alla fascia 50-59 anni: 4.268; segue la fascia d’età 40-49 con 2.934 vaccinati; quindi la fascia 60-69 con 2.754; poi la fascia 30-39 con 2.205; la fascia 20-29 con 1.571; la fascia 80-89 con 891; segue la fascia 70-79 con 746 vaccinati; ultima la fascia oltre i 90 anni con 744.

Questo anche il dettaglio del numero di somministrazioni per zona con il dettaglio anche delle seconde dosi (in questi dati sono comprese sia le vaccinazioni ospedaliere che quelle territoriali, tra parentesi quelle agli ospiti delle residenze sanitarie assistenziali):

Zona Apuane:  2.830 vaccinazioni di cui 416 seconde dosi (328 per ospiti di RSA);

Zona Lunigiana:  955 vaccinazioni di cui 94 seconde dose (445 per ospiti di RSA);

Zona Piana di Lucca: 2.882 vaccinazioni di cui 451 seconde dosi  (393 per ospiti di RSA);

Zona Valle del Serchio: 707 vaccinazioni di cui 72 seconde dosi (214 per ospiti di RSA);

Zona Pisana:  501 vaccinazioni di cui 44 seconde dosi (413 per ospiti di RSA);

Zona Alta Val di Cecina Val d’Era: 1.820 vaccinazioni di cui 180 seconde dosi (250 per ospiti di RSA);

Zona Livornese: 3.753 vaccinazioni di cui 383 seconde dosi  (334 per ospiti di RSA);

Zona Valli Etrusche: 1.439 vaccinazioni di cui 202 seconde dosi (364 per ospiti di RSA);

Zona Elba: 317 vaccinazioni di cui 17 seconde dosi (35 per ospiti di RSA);

Zona Versilia: 3.057 vaccinazioni di cui 264 seconde dosi (374 per ospiti di RSA).

Anche nelle Rsa si sta rispettando la tabella di marcia concordata con la Regione Toscana, grazie ai 24 team vaccinali composti da medici, infermieri, Oss, assistenti sanitari, sociali e amministrativi operativi su tutto il territorio e risulta che, a ieri, sia stato vaccinato il 92% del totale dei “vaccinabili”.