Capodanno in Toscana, tutti i divieti

I provvedimenti per garantire lo svolgimento della festa in sicurezza

Botti di Capodanno (immagine Ansa)
Botti di Capodanno (immagine Ansa)

Firenze, 29 dicembre 2023 – Capodanno in sicurezza in Toscana. Il divieto di esplodere petardi sarà in vigore già da mezzogiorno di domenica 31 dicembre in molte città. In altre, come Empoli, la misura vige tutto l’anno non solo nella notte di San Silvestro, ricorda l’amministrazione comunale.

A Firenze la prefettura ha messo a punto le linee di intervento e le misure di prevenzione per garantire il sereno svolgimento dei festeggiamenti. Nel corso del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza svoltosi nel pomeriggio di ieri, 28 dicembre, sono state messe a punto per Capodanno, anche alla luce dell'attuale contesto internazionale, linee di intervento e misure di prevenzione. Il dispositivo di sicurezza prevederà mirati servizi interforze che saranno definiti presso il tavolo tecnico in Questura d'intesa con l'Arma dei Carabinieri e con la Guardia di Finanza, allargato alla partecipazione dei Vigili del Fuoco, del 118 e della Polizia Municipale.

Inoltre, dalle 19,30 alle 2,00 saranno presenti nelle piazze del Comune di Firenze interessate dagli eventi, anche 54 steward che collaboreranno con la Polizia Municipale e le Forze di Polizia in supporto alla cittadinanza. E' stato, altresì, disposto il rafforzamento dei servizi di vigilanza anche per garantire la sicurezza della circolazione stradale ed autostradale nei giorni interessati da intenso traffico. In particolare, per quanto riguarda il capoluogo fiorentino il sindaco adotterà una ordinanza ex art. 54 del Testo unico degli Enti Locali finalizzata a vietare: nell'area Unesco, interessata dalle manifestazioni: a) la vendita per asporto di bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro, b) la somministrazione per asporto di bevande di qualsiasi natura in bicchieri o altri contenitori di vetro, salvo la somministrazione al banco o al tavolo negli spazi in uso ai pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande, c) la detenzione, anche per proprio consumo, di bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro, d) la detenzione di bombolette spray contenenti principi urticanti; in tutti gli spazi pubblici o accessibili al pubblico del centro abitato di Firenze, la detenzione o l'esplosione di artifici pirotecnici e qualsiasi altro materiale esplodente.

Petardi, botti, razzi e simili materiali pirotecnici vietati anche a Pistoia, dalle 12 del 31 dicembre alle 7 dell'1 gennaio sia nei luoghi pubblici che in ambienti privati aperti al pubblico o nei quali tali attività potrebbero "recare pregiudizio a terzi e produrre effetti su spazi pubblici o aperti al pubblico”. Vietato, inoltre, il lancio delle cosiddette lanterne cinesi volanti, così come ogni altro strumento volante tipo mongolfiera che abbia a bordo materiali infuocati o con fiamma libera.

Divieto di botti anche ad Arezzo il 31 dicembre e lunedì 1 gennaio in tutta l'area del centro storico della città. Il Comune di Empoli appunto ricorda per i botti è in vigore il regolamento di Polizia urbana che prescrive sempre, durante tutto l'anno, non solo a Capodanno, il divieto di farli esplodere in area pubblica o di uso pubblico.

Vietato far esplodere petardi anche a Follonica, dalle 18 del 31 dicembre fino alle 6 del giorno seguente nelle vie del centro urbano: "Esclusi dal divieto solo gli articoli pirotecnici inoffensivi classificati F1”. Il Comune di Calenzano invita i cittadini a festeggiare l'arrivo dell'anno nuovo senza 'botti’ e altrettanto fa l'amministrazione di Impruneta.