ANDREA SETTEFONTI
Cronaca

Dieci anni di Canciulle e di RiUso, la festa a San Casciano

Recentemente sottoposto ad un intervento di restyling che ne ha migliorato gli spazi, il centro celebra un percorso di solidarietà sostenibile costituito da risultati di eccellenza

Da sinistra Federico Preti e il sindaco Roberto-Ciappi

Da sinistra Federico Preti e il sindaco Roberto-Ciappi

San Casciano (Firenze), 19 ottobre 2023 – Sono dieci anni per il Centro del RiuSo (riuso solidale) di Canciulle, dieci anni di rispetto per l’ambiente e di cura dedicata ai bisogni dei più fragili. Recentemente sottoposto ad un intervento di restyling che ne ha migliorato gli spazi, il centro celebra un percorso di solidarietà sostenibile costituito da risultati di eccellenza. Situato nell’area adiacente alla stazione ecologica di Canciulle, gestita da Alia Servizi Ambientali, opera lungo il doppio binario, ambientale e solidale, legato al riuso degli oggetti e al sostegno di chi ha più bisogno, in Italia e nel mondo, attraverso la realizzazione di interventi umanitari e progetti di cooperazione internazionale.

Il Centro del Riuso di Canciulle, gestito da Mani Tese Firenze Onlus, è un’associazione di volontariato attiva da anni sui temi della solidarietà internazionale e le proposte di stili di vita sostenibili in collaborazione con Operazione Mato Grosso e Forum Cittadini Insieme. "Il Centro – commenta Federico Preti, presidente dell’associazione Mani Tese – ha costruito importanti opportunità di crescita sociale ed economica e ha raggiunto obiettivi di solidarietà a favore dei più deboli a quella ambientale si intreccia la finalità umanitaria che ci ha impegnati su più fronti e in tanti progetti di carattere locale e internazionale”.

Le offerte, effettuate dai cittadini nel corso dei 10 anni per acquisire oggetti usati, hanno permesso di raggiungere una quota complessiva che supera i 150mila euro. Solo nell’ultima annualità (2023) gli oggetti che non sono entrati nel circuito dei rifiuti e non sono stati interessati da processi di smaltimento totalizzano un peso stimato in oltre 20 tonnellate. Il materiale in conto vendita ha compreso mobili, libri, giocattoli, articoli per l'infanzia, abiti, stoviglie, suppellettili, oggettistica varia e piccoli elettrodomestici funzionanti e in buono stato. Tali risorse sono state destinate al finanziamento di vari progetti di solidarietà curati da Mani Tese, Operazione Mato Grosso in America Latina e Forum Cittadini Insieme.

L'iniziativa sarà celebrata sabato con l'apertura ordinaria del Centro del Riuso dalle 9 alle 12,30 e l’esposizione straordinaria accompagnata da un programma di attività rivolto a bimbe e bimbi dalle 15 alle 18. I festeggiamenti proseguono al Cappellone Sant'Antonio Abate della Chiesa delle Clarisse dalle 19 con l'apericena finger food, l'incontro con i volontari del Centro del Riuso di Canciulle. Sono previsti i saluti istituzionali del sindaco Roberto Ciappi, dell'assessore all’Ambiente Ferdinando Maida, del presidente Ato Firenze Andrea Giorgio, nonché Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica del Comune di Firenze, e per la Regione Toscana il consigliere regionale Massimiliano Pescini.

Sono previsti anche gli interventi di un rappresentante di Alia e di don Andrea Bigalli. Yamuna Giambastiani presenterà il Centro del Riuso mentre al presidente dell'associazione Federico Preti è affidato il resoconto delle attività svolte nei 10 anni. Un'attenzione particolare è riservata alla descrizione dei progetti finanziati illustrati dai volontari di Forum Cittadini Insieme, Mani Tese Firenze e Operazione Mato Grosso. Info e preno: 334 9731220. Andrea Settefonti