Livorno, 10 febbraio 2021 - Ore di attesa, ieri pomeriggio, poi finalmente, un po' in ritardo rispetto alle previsioni, è stata consegnata (alle 18,30) la prima fornitura del vaccino anticovid di AstraZeneca destinata alla Toscana: in tutto 15.400 dosi, delle quali 5.100 sono arrivate alla farmacia degli Ospedali Riuniti di Livorno, dov'è operativo l’hub dei vaccini per la Usl nord ovest.

I preziosi dispositivi anticovid vengono stoccati in due celle frigo per poi essere resi disponibili per i centri vaccinali in tutta la Usl di zona. Contemporaneamente a Livorno sono arrivate anche altre 7000 dosi di vaccino Pfizer, mentre per le 2700 dosi del vaccino Moderna bisognerà attendere ancora.

La prima fase delle vaccinazioni con il siero AstraZeneca sarà avviata da domani, giovedì 11 febbraio. Le agende per prenotarsi sul portale regionale (CLICCA QUI) sono aperte dalle 18 di ieri fino a esaurimento dei posti.

La somministrazione del vaccino AstraZeneca sarà effettuata nei giorni di giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 febbraio (dalle 14 alle 19) e domenica 14 febbraio (dalle 8 alle 13). Per questi primi quattro giorni di vaccinazione con il nuovo siero saranno aperti, in anteprima, alcuni punti vaccinali tra quelli previsti sull’intero territorio regionale che potranno essere scelti in fase di prenotazione.

Per Livorno e provincia i centri per la somministrazione del vaccino AstraZeneca sono: a Livorno il centro socio sanitario Livorno Est in via Peppino Impastato; a Rosignano nella sede Arci; a Cecina al punto prelievi dell’ospedale; a Castagneto Carducci alla Casa della salute di Donoratico; a Campiglia nella Sala Sefi di Venturina; a Piombino presso il centro socio sanitario di Perticale; a Portoferraio nella sala della Provincia.

Le categorie al momento coinvolte, di età compresa tra i 18 e i 55 anni compiuti, sono: personale scolastico e universitario, docente e non docente di ogni ordine e grado; forze armate, polizia di Stato, guardia di finanza, vigili del fuoco, polizia municipale, polizie locali e agenti penitenziari.

Al momento della prenotazione, lo ricordiamo, l’utente potrà scegliere il luogo più comodo e vicino insieme alla data e all’ora dell’appuntamento.

La dottoressa Francesca Azzena, responsabile della farmacia dell’ospedale di Livorno, ci spiega: "Al distretto sanitario Livorno centro di Salviano giorno per giorno, così come negli altri, arriveranno le dosi necessarie a coprire tutte le richieste prenotate attraverso il portale regionale. Se dovessero avanzare delle dosi si attingerà alla lista di riserva dei soggetti vaccinabili in questa fase. L’imperativo è non sprecare nemmeno una dose".

Monica Dolciotti