Arezzo, 13 ottobre 2021 - Hanno mandato in tilt con circa 3.000 commenti la pagina Facebook dell' Asl Toscana Sud Est definendo i sanitari vaccinatori «nazisti» e scrivendo offese di ogni genere legati alle vaccinazioni. Il direttore generale Antonio D'Urso ha presentato denuncia alla polizia postale di Arezzo. Il fatto è accaduto tra martedì e oggi con la pagina Facebook della Asl che è rimasta bloccata per alcune ore. Compare nei commenti una sigla a doppia V che, secondo gli investigatori della polizia postale, sarebbe ricollegabile a organizzazioni No vax. in corso controlli a It e server utilizzati da chi ha intasato tanto massivamente il profilo.

L’attacco è iniziato verso le 8 di sabato mattina. La pagina Facebook della Asl Tse è stata presa d’assalto con ingiurie e offese nei confronti dei sanitari e delle vaccinazioni.

4.500 in pochissimo tempo, apposte in blocco, scritte con caratteri cubitali, provenienti da profili che riportano lo stesso simbolo, una W rossa. Le accuse più gentili erano di dittatura sanitaria e di nazismo.

L’ipotesi è che la fonte dell’attacco sia stata una app di messaggistica istantanea che moltiplica in automatico i commenti di ingiuria e odio.