Festival della salute mentale, ultimo giorno con Milone

L’evento che per tutta la settimana ha messo in luce disabilità mentale e inclusione, benessere mentale dei giovani, valorizzazione della memoria manicomiale

Arezzo, 24 febbraio 2024 – E’ l’ultimo giorno con il Festival della salute mentale. L’evento che per tutta la settimana ha messo in luce disabilità mentale e inclusione, benessere mentale dei giovani, valorizzazione della memoria manicomiale, in particolare

dell’ex-ospedale psichiatrico aretino del Pionta. Il festival si tiene

al Campus universitario del Pionta, al Teatro Pietro Aretino, al Cinema Eden, al Museo di Casa Vasari, alla Casa Museo Ivan Bruschi alla Sala Vasariana, al palazzo storico di via Pellicceria e al

palazzetto dello sport di San Lorentino e in altri luoghi della città. Il programma prevede l’incontro con lo psichiatra Paolo Milone alla libreria Feltrinelli alle 16.

Autore di “L’arte di legare le persone”, Milone, che ha lavorato

per quarant’anni in Psichiatria

d’urgenza, nel testo mette in scena il corpo a corpo della disciplina, affrontando i nodi più difficili

senza mai perdere il dubbio.

La giornata parte con VisitAbile,

l’esperienza turistica inclusiva. Visita guidata al Museo di Casa Vasari alle 11.15. Il dentro e il fuori:

la Dmt incontra la teoria polivagale, laboratorio DanzaMovimentoTerapia, dai 20 ai 99 anni a Semillita Atelier a mezzogirno, sempre

qui, Movimento autentico e ritualità, laboratorio DanzaMovimentoTerapia, dai 19 ai 99 anni. La

Presentazione del videogioco

«Martha is Dead», con Luca Dalcò e Safe in Our World; al Palazzo

storico di via Pellicceria alle

14.30. E ancora, VisitAbile, esperienza turistica inclusiva e visita

guidata a Casa Bruschi alle 16. Fa

parte del festival il Triangolare

Provinciale di Basket Unificato

Special Olympics alla Palestra

San Lorentino alle 16. L’illusione.

Storie di ordinaria dipendenza,

l’inaugurazione della mostra a cura di Mario Perini alla Fraternita

dei Laici alle 18.

«Esistenze manicomi abili» è lo

spettacolo a cura di Cinzia della

Ciana, Laura Occhini e Andrea

Matucci in programma al Pietro

Aretino alle 21. Tra gli eventi diffusi Li chiamavano matti. Costruire

un archivio orale dell’esperienza

aretina seminario residenziale a

cura di Silvia Calamai e Rosalba

Nodari al Pionta, sempre qui La

«stanza del fumo». Poi «Immaginazioni». Mostra di opere d’arte

realizzate da Federica Mauro in

via Pellicceria. Tutto il p