Bus pieni di ragazzi (New Press Photo)
Bus pieni di ragazzi (New Press Photo)

Firenze, 26 ottobre 2020 - La Regione Toscana si avvia verso la riduzione al 50% della capienza dei bus, per ridurre i rischi di contagio dal coronavirus, e sarà la prima in Italia a farlo: secondo una nota della Regione la nuova giunta, come anticipato oggi dal presidente Eugenio Giani, ha emanato una delibera con un ulteriore stanziamento di 4 milioni di euro (dopo i 3 mln di fine agosto) per potenziare il Tpl con servizi aggiuntivi, anche attraverso il ricorso a 200 bus turistici e Ncc.

«Con questa delibera - spiega in una nota l'assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli - facciamo un decisivo passo avanti, perché grazie a questo investimento nei 200 bus aggiuntivi, e a un corretto e ben coordinato impiego della didattica a distanza prevista dal nuovo Dpcm, possiamo raggiungere l'obiettivo della riduzione a un effettivo 50% della capienza dei bus in Toscana, così da migliorare drasticamente il livello di sicurezza del trasporto pubblico locale per tutti gli utenti».