Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Gambale: "Qui sto bene ma vorrei crescere"

Le parole alla premiazione come miglior bomber della stagione. Dal Siena alla Reggiana: ecco chi lo cerca

"All’Aquila sono legato da altri due anni di contratto. Devo dire che l’affetto che ho ricevuto fin dal mio arrivo a Montevarchi è stato incredibile e non avrei certo problemi a rimanere. L’ambiente, la società, i tifosi, ti fanno sentire un giocatore vero". Diego Gambale, premiato venerdì sera dall’associazione Memoria Rossoblù come miglior cannoniere del campionato appena concluso, ha parlato con chiarezza dal palco dell’auditorium comunale di via Marzia.

Ricevendo da Mauro Listanti (insieme nella foto) il riconoscimento intitolato a Giovanni Busoni, il bomber più prolifico del calcio montevarchino, ha aggiunto: "È ovvio che un calciatore ha sempre voglia di crescere e di migliorarsi. Ora penso solo a staccare la spina e a godermi le vacanze. Qui, ripeto, mi sono trovato benissimo e non ho avuto particolari difficoltà nel passaggio tra l’Interregionale nel Montespaccato, alla serie C. Paradossalmente – ha proseguito l’attaccante romano, 23 anni – fu più complicato per me il salto dall’Eccellenza alla serie D. In Valdarno, grazie ai compagni e ai consigli di Malotti tutto è filato liscio".

Ragazzo d’oro, testimonial nel suo vecchio club della Capitale del progetto "Talento e tenacia" e soprannominato Re Mida per la capacità di sfruttare la minima occasione sotto rete, Gambale ha suscitato le attenzioni di diverse formazioni. Nel mercato invernale era stato forte nei suoi confronti il pressing del Siena, respinto al mittente, ma di recente si sono interessati a lui, si vocifera, Reggiana e Vis Pesaro. Molto del suo futuro dipenderà dalla permanenza di Malotti in panchina, e una decisione in tal senso è attesa a giorni, perché il puntero capitolino è essenziale nel disegno tattico del tecnico aquilotto.

Le premiazioni, introdotte dagli interventi del presidente dell’associazione Memoria Rossoblù Riccardo Rossi, dal vice sindaco Cristina Bucciarelli e dal consigliere dell’associazione Aldo Ferrucci, è poi proseguita con la consegna da parte di Vinicio Brilli e Aldo Notari, icone del pallone di Montevarchi, del premio Costanzo Balleri ad Alessandro Mercati, l’ex Sassuolo votato come miglior calciatore della stagione dagli iscritti.

Infine, il presidente Angelo Livi ha ricevuto da Riccardo Rossi il premio Renato Pieraccioli, attribuito a un personaggio legato ai colori sociali.

Giustino Bonci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?