LA SERATA Amanda Sandrelli con l’attrice aretina Elena Ferri in «Tale madre, tale figlia» in scena domani sera al teatro Petrarca
LA SERATA Amanda Sandrelli con l’attrice aretina Elena Ferri in «Tale madre, tale figlia» in scena domani sera al teatro Petrarca

Arezzo, 1 aprile 2016 - Tante iniziative per la giornata di consapevolezza sull’autismo al teatro Petrarca. Domani sera quando andrà in scena «Tale madre, tale figlia». Il sipario del teatro aretino accoglierà lo spettacolo che vede in scena Amanda Sandrelli e la giovane attrice aretina Elena Ferri. Ed è proprio la Sandrelli a spiegare le ragioni di aver inserito questo spettacolo all’interno della giornata di sensibilizzazione sull’autismo: «Non amo molto prestare la mia immagine tout court ma se posso aiutare facendo il mio lavoro, sono felice e non mi tiro mai indietro. Credo che sulla questione dell’autismo si debba accendere l’attenzione di tutti, perché quando le famiglie sono lasciate sole ad affrontare i problemi, le tragedie sono dietro l’angolo». L’occasione è anche propizia per recitare al Petrarca di cui Amanda Sandrelli si dice felicissima: «il teatro è meraviglioso ed è bellissimo esserci. Sono poi doppiamente contenta perché Elena Ferri, la mia partner di scena, è aretina e anche perché questa potrebbe essere l’ultima data della nostra mini tournée. E’ bello aver cominciato a Monte San Savino e ora chiudere ad Arezzo». L’attrice è ormai di casa qui: «Sono toscana da sempre e amo molto questi luoghi. Monte San Savino è un posto che mi dà tantissima energia, Arezzo è meravigliosa. È vero che da queste parti come caschi, caschi bene ma sono contentissima di aver vissuto questi luoghi».

Lo spettacolo non sarà comunque l’unica iniziativa della tre giorni dedicata all’autismo che vuole avvicinare la gente alle problematiche affrontate dalle famiglie con bambini autistici. Oggi alle 16 alla Casa Dritta di Arezzo, in via Garibaldi incontro «Vivere con l’autismo. Speranze, esperienze, testimonianze e sogni di chi ha un familiare autistico», con il presidente di «Autismo Toscana», Marino Lupi, la scrittrice Chiara Milizia, don Andrea Bonsignori rettore dell’Istituto Cottolengo di Torino e il pugile Amedeo Fiordigiglio, lo sportivo testimonial di quest’anno. Inoltre, sia la torre del palazzo comunale di Arezzo sia il palazzo vescovile di Sansepolcro saranno illuminati di blu. Nella cittadina biturgense, inoltre, tanti eventi, attrazioni per i bambini, musica e lancio di palloncini blu con i messaggi degli alunni delle elementari.