Torna l’operazione “Bufo Bufo” per salvare i rospi

Ogni anno gruppi di volontari cercano di evitare la strage dei rospi togliendoli dalla strada

Operazione "Bufo Bufo"
Operazione "Bufo Bufo"

Arezzo, 12 febbraio 2024 – Arriva febbraio, San Valentino si avvicina. Il mese dell’amore ma anche l’inizio degli accoppiamenti dei rospi.

E riparte l’operazione Bufo Bufo la campagna per il salvataggio di questi anfibi che per andare a riprodursi nei laghi e nei ristagni d’acqua rischiano di venire investiti e schiacciati dalle auto. Per questo ogni anno gruppi di volontari cercano di evitare questo strage togliendoli dalla strada e portandoli direttamente in acqua per consentire la loro riproduzione.

Un passaggio delicato ma prezioso perché anche i rospi risentono dell’inquinamento ambientale e del cambiamento climatico, significativa infatti la diminuzione degli esemplari che i volontari aretini registrano ogni anno.

Le postazioni saranno nelle zone di San Polo, San Fabiano, Antria, Via della Fiorandola, Fontebranda, Molinelli, nel Valdarno intorno al Lago di San Cipriano e dove la migrazione lo renderà necessario. Ma servono volontari e così parte la campagna di informazione.

“Abbiamo bisogno di te. Vuoi contribuire a salvare direttamente migliaia di animali?” È l’appello che si legge nella pagina Facebook Operazione Bufo Bufo Arezzo” e nella pagina Instagram, dove poi verranno raccontati nel dettaglio le fasi del salvataggio. L'Operazione Bufo bufo è la dodicesima campagna nel territorio di Arezzo.

“Nel frattempo - si legge nell’appello - se anche tu vuoi unirti a noi e provare l'emozione di salvare direttamente animali destinati a morte certa, non devi far altro che scriverci a [email protected].

Siamo un team di volontari provenienti da varie realtà e che ci occupiamo di supportare la migrazione primaverile di questi animali. Lo facciamo in vari modi: sia fisicamente, aiutandoli quando rischiano di essere uccisi dalle automobili, sia attraverso i media facendo sensibilizzazione attraverso radio, giornali, tv e social.

Nel corso di questi anni siamo riusciti a salvare migliaia di animali e ovviamente contiamo di salvarne molti anche quest’anno".