LAURA LUCENTE
Cronaca

"Sì, ho asfaltato tutti". Meoni bis in trionfo al debutto del consiglio. Auguri di Carini e Vignini

Il rivale al ballottaggio fa un passo indietro: non sarà lui capogruppo. L’ex alleato rinuncia alla polemica: "Saremo da stimolo su temi forti". Oltre agli assessorati, assegnate le deleghe ai consiglieri: il quadro.

"Sì, ho asfaltato tutti". Meoni bis in trionfo al debutto del consiglio. Auguri di Carini e Vignini

"Sì, ho asfaltato tutti". Meoni bis in trionfo al debutto del consiglio. Auguri di Carini e Vignini

"Questo ampio consenso ci carica di orgoglio ma anche di responsabilità. Faremo di tutto per migliorare il nostro territorio. Garantisco impegno, determinazione e serietà, trasparenza e legalità". Sono queste le prime parole del neo rieletto sindaco Luciano Meoni pronunciate nel corso del consiglio comunale d’insediamento. Sala gremita con tante persone in piedi per assistere alla prima seduta ufficiale del nuovo corso amministrativo della città. L’organo esecutivo ha visto la nomina di Paolo Rossi, quale vice sindaco e assessore con deleghe all’ambiente, attività produttive e caccia; Silvia Spensierati assessore con deleghe a trasporti, sanità, pubblica istruzione e sport; Francesco Attesti nominato assessore con deleghe a cultura e turismo; Francesco Fanicchi nominato assessore con deleghe a polizia municipale e personale e Lucia Lupetti, nominata assessore con deleghe a politiche sociali e pari opportunità. Il sindaco ha trattenuto finanze, bilancio, lavori pubblici, urbanistica, protezione civile. Meoni ha assegnato deleghe anche ai consiglieri della maggioranza: Baldetti al decoro urbano; Mangani alle frazioni; Bardelli al decoro urbano di Camucia; Romiti alle politiche giovanili; Suardi alla montagna cortonese; Turchetti alla Valdipierle; Navini al centro storico; Finocchi all’agricoltura; Regi alla farmacia comunale e Forconi alla celebrazione dei matrimoni. Prima dei discorsi istituzionali è statoeletto il presidente del Consiglio, carica andata a maggioranza a Maria Isolina Forconi e vice presidenti Stefano Bardelli e Marica Stanganini. "Nessuna interferenza avrà mai la precedenza rispetto al bene comune e come ho sempre ribadito a Cortona comanderanno i cortonesi. Qualcuno ne prenda atto", ha ribadito con forza Meoni che si è anche preso la libertà anche per una battuta "mi hanno definito l’uomo degli asfalti, è vero: ho asfaltato tutti". Poi ha elencato progetti e priorità, tra cui il proseguimento di cantieri come l’asilo nido, l’avvio del centro sportivo di via dei Mori, oltre a piani di sicurezza stradali, maggiori controlli, i progetti per portare acqua al Vallone e a Creti, le migliori in ambito sanitario, il decoro urbano, i progetti culturali e per il turismo.

Sugli scranni della minoranza oggi siedono Andrea Vignini insieme ai consiglieri di Pd e Cortona Civica e Nicola Carini in rappresentanza dei partiti di centro destra. Entrambi hanno rivolto in bocca al lupo al sindaco e alla giunta promettendo una opposizione forte e costruttiva. Vignini ha anche scelto di non tenere il ruolo di capogruppo assegnandolo a Bigliazzi per il Pd e Cortini per Cortona Civica. "Siedo nello stesso posto dove ero capogruppo di maggioranza 25 anni fa – ha ricordato Vignini - riparto da qui come ha voluto la democrazia". Dagli scranni inusuali a sinistra dell’assise anche Carini ribadisce: "non è il giorno per fare polemica. Saremo da stimolo e da supervisori rispetto al lavoro di questi anni, incalzanti sui temi che ci stanno cari".