gianni micheli
gianni micheli

Arezzo, 22 maggio 2020 - Gianni Micheli, performer aretino dalle tante sfumature artistiche, è da pochi giorni in libreria con l’ultimo suo romanzo per ragazzi, “Testone il piccione”, Vertigo Edizioni. Un romanzo sì per i giovani lettori ma che strizza l’occhio anche agli adulti che, come Micheli, non riescono a non leggere gli accadimenti del quotidiano con curiosità e ironia.

Protagonisti del romanzo la piazza principale di un borgo come ce ne sono tanti nel nostro territorio, un gruppo affiatato di piccioni, un piccione straniero dai vissuti sconosciuti, un Sindaco con una bella automobile, un atto legislativo che cambia tutto e tutto stravolge e travolge, letteralmente. Una vita da piccioni, uno sguardo inusuale su uno tra i coinquilini delle nostre strade e delle nostre piazze, che dà vita anche ad un punto di vista originale sulla funzione delle tradizioni, sulle regole da rispettare o eludere, sulla famiglia, sul valore della diversità, sull’amore e su uno tra i beni più preziosi della libertà e della convivenza tra esseri viventi: la responsabilità.

 

“Testone il piccione” è acquistabile online e in libreria. Di Gianni Micheli, uno tra gli artisti di Officine della Cultura, si segnalano inoltre le “Storie dal quotidiano”, ogni mercoledì all’interno del cartellone di Officine Foyer, sui social Officine della Cultura, e alle ore 9:45 e 16:30 su Teletruria. Altro prezioso lavoro letterario di Micheli, con un particolare legame con la città di Arezzo e l’ospedale Neuropsichiatrico, si ricorda il volume “Utopia e realtà: una memoria collettiva” edito da Edifir Firenze in collaborazione con il Centro di Promozione della Salute “Franco Basaglia” e la Provincia di Arezzo.